10 Aprile Apr 2017 1022 10 aprile 2017

Come pitturare una parete bianca

  • ...

Pitturare una parete con il principe dei colori, il bianco, resta nonostante tutto la scelta di molti, ossia di coloro che amano il classico e raffinato.

Ma come imbiancare una parete?

Per un risultato degno di nota saranno importanti piccole accortezze.

  • Come prima cosa sarà bene procurarsi un telo di plastica per coprire mobili e pavimento.
  • Se si tratta di una parete già trattata spazzolare accuratamente per rimuoverne tutta la polvere, stuccare crepe e buchi se presenti, e carteggiare con carta resinata da 120 dopo qualche ora. Se invece si tratta di intonaco nuovo sarà bene applicare una passata di fissativo che andrà ad appianare l’assorbimento del supporto evitando inutili sprechi di pittura.
  • Terzo passaggio: diluire la pittura con acqua nelle quantità indicate sulla confezione di essa. Fare attenzione perché se si superano le quantità di acqua si rischiano colature indesiderate ma anche in caso di poca acqua si rischiano invece segni di pennellate evidenti o di bucce di rullate. Per chi è alla prima esperienza sarà bene tenersi a metà strada, se ad esempio sulla confezione l’indicazione ruota intorno al 30/40 %, si dovrà optare per il 35%.
  • Dopo aver mescolato con cura via all’applicazione: iniziando dal soffitto si dovrà procedere verso le pareti laterali. Per i bordi è consigliato l’utilizzo di pennelli così da evitare sbavature su altre zone, utilizzare poi il rullo invece per la parte centrale più estesa.
  • La seconda mano andrà fatta dopo due tre ore.

Consigli

Per ottenere un bianco degno di questo nome ovviamente dipenderà dal numero di passate ma anche e soprattutto dalla qualità del prodotto che si usa in quanto solo nella pitture lavabili di alta qualità sono presenti materie prime come il titanio che danno alta copertura e effetto bianco elevato. Al contrario con una pittura murale semilavabile il risultato non sarà mai quello di un bianco intenso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati