23 Aprile Apr 2017 1518 23 aprile 2017

Come diventare un agente immobiliare di lusso

  • ...

L’agente immobiliare è una professione molto impegnativa e rischiosa, ma può rivelarsi remunerativa e capace di dare grandi soddisfazioni, se ben intrapresa. Non servono particolari requisiti per tentare una carriera nel mondo degli immobili, tuttavia bisogna possedere delle ottime doti comunicative, capacità di vendita e gestione dei rapporti col cliente.

I passi per diventare un agente immobiliare di successo

La prima cosa da fare per diventare agente immobiliare è possedere un diploma di scuola superiore o un attestato equivalente di una scuola professionale; l’abilitazione alla pratica si può ottenere soltanto frequentando uno specifico corso di formazione e superando l’esame della Camera di Commercio. Non è necessario prendere una laurea, ma potrebbe essere ugualmente consigliabile ottenere un titolo universitario, in quanto ciò garantisce punti in più sul curriculum e la garanzia di maggiori opportunità di carriera.

Molto utili ed efficaci sono i corsi offerti da enti di formazione riconosciuti: i corsi possono essere seguiti attraverso la frequenza in aula o online, con durate che variano tra le 80 e le 200 ore. Lavorare come agente immobiliare significa essere comunque lavoratori autonomi, anche se si esercita per un’agenzia, dunque ci sono possibilità di guadagno illimitate, orari di lavoro flessibili ma irregolari, grossi sacrifici da fare e impegni per essere sempre aggiornati, attivi e a disposizione dei clienti.

È consigliabile iniziare avendo qualche risparmio da parte, per affrontare al meglio i periodi con meno lavoro, in cui i contratti chiusi sono pochi o comunque insufficienti; tendenzialmente poi all’inizio delle attività professionali la strada è sempre in salita e i primi mesi servono a crearsi una clientela personale. Una volta valutate attentamente tutte le possibilità, frequentato il corso e superato l’esame, ci si deve iscrivere al REA per avviare la propria attività o al Registro Imprese per una società.

Fondamentale è la conoscenza del mondo in cui si entra: il mercato va esplorato prima di iniziare l’attività, in quanto l’attività di agente immobiliare richiede una buona parte di personalizzazione del lavoro; inoltre, se si sceglie di lavorare per un’agenzia, bisogna sapersi presentare al meglio ed avere le idee chiare su quelle che sono le migliori proposte di lavoro.

Il trucco per costruirsi una buona clientela e diventare il migliore sta nel saper lavorare sia con venditori che con acquirenti: ciò permette di saper sia vendere che acquistare, creandosi un bagaglio completo e acquisendo più informazioni da rivendere poi nel modo giusto ai clienti, per chiudere più contratti. L’immagine che si viene a costruire deve essere fondata sulla professionalità e sull’affidabilità, in quanto il mercato immobiliare è governato da leggi di concorrenza spietate; potrebbe essere utile rafforzare ulteriormente la propria immagini legandosi ad associazioni professionali di agenti immobiliari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati