21 Dicembre Dic 2017 1317 21 dicembre 2017

Quali sono i lavori usuranti ai fini pensionistici

  • ...

La questione delle pensioni e dell’età pensionabile negli ultimi anni è stata spesso al centro di ampi dibattiti, tuttavia di recente sono arrivate importanti conquiste, soprattutto per quanto riguarda gli addetti a tutte quelle attività lavorative considerare usuranti. Per coloro che hanno maturato i requisiti necessari fino al 31 dicembre 2011, ci sarà la possibilità di ottenere l’accesso alla pensione anticipata.

Cosa stabilisce il Decreto


Grazie al decreto emanato sarò possibile accedere al trattamento pensionistico anticipato, se si sono maturati tutti i requisiti richiesti e si appartiene ad una categoria abilitata. Il primo punto da rispettare riguarda naturalmente l’anzianità contributiva, che in nessun caso può essere inferiore ai trentacinque anni. Il lavoratore deve avere inoltre svolto la mansione usurante per almeno sette degli ultimi dieci anni.

Le riforme approvate dal governo Monti hanno cambiato qualcosa, modificando la riduzione di età anagrafica e introducendo per contro la possibilità di accedere alla pensione con requisiti ridotti. Il parlamento ha approvato l’elenco ufficiale di tutti quei lavori che sono considerati particolarmente faticosi e, di conseguenza, danno diritto alla possibilità di andare in pensione in anticipo.

L’elenco dei lavori particolarmente usuranti

Come riportato nel Decreto legislativo n. 67 approvato il 21 aprile 2011, la normativa riguardante le categorie di lavori riconosciuti particolarmente usuranti è riportata integralmente nell’articolo 2 del Decreto del Ministro del lavoro redatto il 19 maggio 1999 e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 208 del settembre 1999.

A poter usufruire della pensione anticipata sono tutti coloro che lavorano in gallerie, cave, miniere o comunque svolgono compiti sotto terra in modo continuativo, estraendo pietre o altri materiali ornamentali. In aggiunta ci sono poi coloro che lavorano nei cassoni ad aria compressa e i palombari. Altri lavori in condizioni estremamente difficili sono l’asportazione dell’amianto e l’esecuzione di mansioni in spazi molto ristretti, come la costruzione, la riparazione e la manutenzione navale. Da ultimo sono inserite anche la lavorazione del vetro cavo ad opera dei soffiatori dell’industria del vetro e le attività eseguite ad alte temperature.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso