20 Febbraio Feb 2017 1008 20 febbraio 2017

Come farsi fare una ricetta medica

  • ...

Documento redatto dal medico che consente al paziente di ottenere in farmacia i farmaci ivi elencati o di effettuare visite specialistiche.

Ricetta "bianca" e "ricetta rossa"

Per ciò che concerne la ricetta bianca, i farmaci o le visite prescritte su di essa sono una sorta di autorizzazione scritta da parte di un medico affinché un paziente possa acquistare quei farmaci non mutuabili ma che senza di essa il farmacista non può dare. I farmaci qui prescritti sono sempre a carico dell’assistito e la ricetta ha validità non superiore a sei mesi dalla data di compilazione e per non più di dieci volte (eccetto per gli ormoni o ansiolitici per i quali il periodo di validità è più breve). Esistono anche farmaci non ripetibili che riportano la dicutura "Da vendersi dietro la presentazione di ricetta medica presentabile una sola volta".

Può essere scritta su normale foglio bianco purché contenga:

  • il nome del farmaco e la quantità in dose per confezione se in commercio vi sono presenti confezioni con diversi dosaggi, nonostante non sia obbligatorio in caso di mancata specificazione il farmacista è tenuto a dare la confezione con il minore dosaggio;
  • la data di prescrizione;
  • nome e firma del medico, quest’ultima scritta a penna in originale e leggibile;
  • il nome del paziente non è obbligatorio, può essere inserito nel caso in cui sia il paziente a richiederlo.

Sulla ricetta rossa vengono invece prescritti quei medicinali che prevedono l’addebito parziale o totale a carico dello Stato dei medicinali cosiddetti di fascia A. Tale ricetta ha validità di 30 giorni per i medicinali prescritti con ricetta medica ripetibile e 10 giorni per quelli non ripetibili. Non è riutilizzabile e può essere compilata solo dai medici dipendenti dal SSN e ogni ricetta è munita da codice a lettura ottica che ne garantisca la tracciabilità per essere valida deve riportare:

  • nome e cognome, codice fiscale, numero tessera sanitaria dell’assistito;
  • il farmaco che si richiede (il numero di essi per ricetta varia da regione a regione);
  • la data di compilazione della ricetta;
  • firma e timbro del medico, sigla della provincia dell’asl di residenza del paziente.

Come richiedere una ricetta medica

La ricetta quindi è un atto che spetta al medico abilitato che in base alla patologia del paziente prescrive la cura farmacologica adatta o gli esami da effettuare. Per ottenere una ricetta rossa bisognerà in ogni caso rivolgersi al medico curante o come detto dipendente o convenzionato col Servizio Sanitario Nazionale, quella bianca può essere invece redatta da tutti i medici che siano iscritti all'Albo dei Medici Chirurghi senza alcuna distinzione. Sarà lo stesso medico a controllare se il medicinale dato è prescrivibile su ricetta rossa o meno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati