10 Marzo Mar 2017 0959 10 marzo 2017

Quale tipo di magnesio assumere in menopausa

  • ...

La menopausa è una delle tappe inevitabili che ogni donna dovrà affrontare, prima o poi, nella vita. La fine dell'età fertile potrebbe, inoltre, portare numerosi disturbi fisici e mentali, dovuti al cambiamento dello stato ormonale. Tra i sintomi più frequenti: depressione, isteria, sbalzi d'umore, mal di testa, insonnia, osteoporosi... Tutte conseguenze facilmenti risolvibili con la giusta attenzione. Ponendo particolare fiducia ai rimedi naturali, infatti, è possibile limitare i danni della menopausa. Il modo migliore? Quello di assumere il magnesio. Ma quale tipo di magnesio è più indicato?

Il magnesio da assumere il menopausa

Il magnesio, come è risaputo, è il peggior nemico di molti disturbi. Esso, infatti, contribuisce enormemente ad abbatterli, grazie a tutte le peculiariità che offre. Il magnesio può trovarsi in polvere pura o all'interno di numerosi integratori. Entrambe le metodologie di assunzione sono indicate, tuttavia presentano delle diversità. Mentre è possibile assuemere costantemente e frequentemente gli integratori alimentari contenenti magnesio, l'assunzione del magnesio in polvere richiede molta cautela.

Tale metodologia, infatti, potrebbe apportare dei problemi se seguita periodicamente. Tra le conseguenze più gravi la diarrea. Nulla quindi che possa essere irrisolvibile, basterà interrompere l'assunzione o, eventualmente, rivolgersi al medico curante per accertarsi che non ci sia nulla di grave.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati