11 Aprile Apr 2017 1530 11 aprile 2017

Come si assume la vitamina D

  • ...

Vitamina D: regola l’espressione di 50 geni diversi, promuove la salute e la mineralizzazione delle ossa e aumenta i livelli di serotonina, per cui funge da antidepressivo naturale. È indicata in menopausa perché riduce le vampate di calore e il nervosismo. Una carenza di vitamina D può favorire tumori, infarti o ictus, e accrescere rischi di malattie autoimmuni o di osteoporosi; non solo, spesso è causa di mal di schiena stagionali o di dolori muscolari, che le persone si autodiagnosticano erroneamente come reumatismi o artrite. La vitamina D si può assumere in due modi diversi. In entrambi i casi è inizialmente in forma inattiva: saranno fegato e reni a convertirla nella sua forma ormonale attiva.

L'assunzione nella dieta

Negli alimenti non è molto diffusa. Si può assumere consumando piccoli pesci mangiati interi, oppure pesci grossi che accumulano tessuto adiposo (come salmone e aringhe). Tra i vegetali, solo i funghi essiccati al sole ne contengono in quantità rilevante. Altre fonti di vitamina D sono gli alimenti fortificati industrialmente, come i cereali o i succhi di frutta. Infine, l’olio di fegato di merluzzo (consigliatissimo) è sicuramente l’alimento più ricco di vitamina D; se ben conservato non dovrebbe nemmeno avere un sapore sgradevole.

L'assunzione con l'esposizione al sole

La luce ultravioletta, come quella del sole, permette alla cute di sintetizzare la vitamina D. Affinché il processo sia innescato è sufficiente esporre senza crema solare viso, braccia e mani (se possibile anche gambe), per 15 minuti, 2-3 volte alla settimana. Le persone di colore che non vivono a latitudini equatoriali dovrebbero esporsi per un tempo più prolungato.

Integratori

Le persone anziane, e chi non ha la possibilità di sintetizzare da sé la vitamina D, dovrebbe assumere integratori. Almeno 15 microgrammi fino ai 70 anni, e 20 microgrammi dopo i 70, osservando scrupolosamente i foglietti illustrativi allegati ai medicinali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso