17 Settembre Set 2017 1549 17 settembre 2017

Quali assorbenti usare dopo il parto

  • ...

Dopo il parto mantenere una corretta igiene intima è fondamentale. Molto spesso però non è semplice trovare dei prodotti che facciano al caso nostro. Il primo ciclo mestruale dopo il parto, ad esempio, richiede l’uso di assorbenti più efficaci di quelli che si usano di solito. Le perdite che si hanno dopo il parto infatti sono molto più abbondanti delle mestruazioni che si hanno di solito e quindi, se non si scelgono gli assorbenti adatti, si rischia di sporcare tutta la biancheria provocando fastidio e disagio. Andiamo a capire meglio quali assorbenti usare dopo il parto.

L’importanza degli assorbenti

La cosa importante da precisare è che, nel primo ciclo dopo il parto, non si possono usare gli assorbenti interni per allontanare il rischio di infezioni. Soprattutto se è stata fatta una episiotomia, si ha una ferita che si deve cicatrizzare: la zona non deve essere umida e stare a contatto con eventuali germi. Anche se non si hanno tagli, ci saranno sicuramente dei punti di sutura che devono essere curati con particolare premuta.


Prediligere quelli in cotone

Gli assorbenti da usare dopo il parto devono essere di puro cotone o, al massimo, possono contenere un po’ di cellulosa. Grazie al cotone, si ha una traspirabilità molto buona che allontana il rischio di far irritare la pelle. Un’altra soluzione potrebbe essere acquistare gli assorbenti di garza di cotone tubolare da comprare in farmacia. Per quanto riguarda le ali, meglio optare per gli assorbenti che non hanno ali poiché potrebbero ostacolare la guarigione delle ferite.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso