18 Agosto Ago 2017 1037 18 agosto 2017

Tagliando auto quando scade

  • ...

Una delle prime domande che si pone chi ha appena acquistato una nuova macchina è: quando scade il tagliando auto? Dare una risposta in termini assoluti è un po' difficile, ma l'argomento merita di essere approfondito per cercare di capire cos'è questo famoso tagliando auto, ogni quanto va fatto e quanto può costare.

Cos'è e quando scade il tagliando auto

Il tagliando auto può essere definito come una manutenzione programmata della vettura che ha lo scopo di controllarne le componenti e verificarne il funzionamento ottimale dopo un certo periodo di tempo o dopo un determinato numero di chilometri percorsi. Le varie case automobilistiche danno delle precise indicazioni sui tempi e sulle modalità dei controlli.

Il tagliando auto, che non va confuso con la revisione, è obbligatorio solo durante il periodo di garanzia, ma anche successivamente, anche se facoltativo, è caldamente consigliato. Di norma le case automobilistiche fissano il momento del primo tagliando auto al raggiungimento dei 15.000 o 20.000 chilometri percorsi (ma ci sono anche i cosiddetti tagliandi long-life che possono essere eseguiti dopo 30.000 o 50.000 km).

Il costo del tagliando auto

Se nell'arco di due anni la macchina non raggiunge queste distanze bisognerà comunque fare il controllo, che va eseguito ogni 24 mesi. Le verifiche possono essere eseguite da qualsiasi meccanico qualificato: non c'è più l'obbligo di fare il controllo presso i concessionari ufficiali. Per quanto riguarda il prezzo è davvero difficile dare un'indicazione visti i tantissimi fattori in gioco (marca, modello, stato di usura, chilometraggio…): di norma i primi tagliandi sono i più economici (la macchina è nuova e ci sono meno pezzi da cambiare), mentre quelli successivi possono costare di più, soprattutto se si rilevano anomalie.

Leggi anche "Come risparmiare sul tagliando auto"

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso