28 Maggio Mag 2017 1628 28 maggio 2017

Cosa vuol dire Occidentali's Karma

  • ...

Che significa Occidentali’s Karma? Ecco il significato del “tormentone” con cui Francesco Gabbani ha vinto il Festival di Sanremo 2017

Occidentali’s Karma: un “tormentone” musicale

Un vero e proprio successo quello del brano musicale del giovane carrarino Francesco Gabbani, vincitore del Festival di Sanremo 2017 con il brano intitolato Occidentali’s Karma, dalla simpatica e divertente balletto con lo scimmione. Un brano che, in questi mesi, ha scalato le classiche italiane ed europee; recentemente, Gabbani ha partecipato come unico cantante italiano a Kiev in occasione dell’Eurovision, classificandosi in sesta posizione.

Il successo commerciale deriva anche dal simpatico balletto e scenografia ideata dal giovane cantante carrarino: lo scimmione che balla insieme al cantante, il quale ammette di averlo ripreso dallo studio di Desmond Morris ”La scimmia nuda” e di essersi ispirato a “Salirò” di Daniele Silvestri per il modo di ballare la canzone.

Occidentali’s Karma: che significa questo titolo?

Per comprendere il vero significato profondo del brano musicale che ha vinto al Festival di Sanremo 2017, occorre richiamare le stesse parole del giovane cantante Francesco Gabbani che ha rilasciato in un’intervista, subito dopo la sua vittoria sul palco dell’Ariston di San Remo. Occidentali’s Karma è “una provocazione, un insieme di figure che cominciano da un esame di coscienza che ho fatto con me stesso e in un processo di comprensione personale si estende al mondo occidentale. È una presa in giro degli occidentali che si avvicinano alle culture orientali e poi cercano di occidentalizzarle”.

Lo stesso etologo Desmond Morris si è complimentato con Gabbani per il testo della canzone “il linguaggio gestuale di Gabbani sul palco e nel video è straordinario per come combina e armonizza culture e citazioni differenti. Poi sono andato a leggermi il testo della canzone e sono rimasto affascinato dalla sua bellezza, dalla sua cultura, dalla ricchezza delle citazioni. Mai sentito nulla di simile, forse solo in Bob Dylan e John Lennon”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati