4 Settembre Set 2017 1911 04 settembre 2017

Quando ricomincia la scuola a settembre

  • ...

Mancano ormai pochissimi giorni all’inizio del nuovo anno scolastico e, dopo il ritorno al lavoro dei genitori, anche bambini e ragazzi dovranno salutare le vacanze estive. In queste ore ogni regione sta confermando le date di inizio e fine delle lezioni, pubblicando anche le date di ponti e giorni di festa, come ad esempio Natale, Carnevale e Pasqua.

Quando iniziano le lezioni

La prima regione ad aprire le scuole per i propri studenti sarà la provincia di Bolzano, in cui il primo giorno di scuola è previsto per il 5 settembre.

Lunedì 11 settembre seguiranno invece Basilicata, Friuli Venezia Giulia, Piemonte e tutta la provincia di Trento.

Successivamente ritorneranno in classe gli studenti di Lombardia e Molise martedì 12 settembre, invece mercoledì 13 settembre sarà la volta di Umbria e Veneto.

Gli ultimi a riprendere saranno gli alunni di Puglia, Toscana, Marche ed Emilia Romagna, per cui la scuola comincerà addirittura venerdì 15 settembre.

Le ultime regioni a pubblicare le date di inizio dell’anno scolastico sono state Abruzzo e Sardegna: nella prima si tornerà in classe lunedì 11 settembre, nella seconda giovedì 14 settembre.

I giorni di festa nazionale


Come ogni anno le scuole rimarranno chiuse in occasione delle giornate di festa nazionale:

  • la prima festa sarà l’1 novembre, giornata di Tutti i Santi,
  • poi l’8 dicembre, festa dell’Immacolata,
  • 25 e 26 dicembre, per Natale e Santo Stefano,
  • l’1 gennaio per Capodanno,
  • il 6 gennaio per la festa dell’Epifania,
  • l’1 e il 2 aprile, rispettivamente domenica di Pasqua e lunedì dell’Angelo,
  • il 25 aprile per il ricordo della Liberazione,
  • l’1 maggio per la festa dei lavoratori
  • e infine il 2 giugno, festa della Repubblica.

Altri dettagli del calendario scolastico

Naturalmente i giorni di festa per gli studenti non finiscono qui, in quanto ogni regione dispone poi di altri giorni di chiusura delle scuole, da distribuire durante l’anno scolastico, più pochi giorni ulteriori di vacanza per alunni e professori, a discrezione dei singoli istituti.

La maggior parte di questi giorni verrà impiegata per prolungare le vacanze di Natale e quelle di Pasqua, ma per informazioni più dettagliate conviene consultare il calendario scolastico pubblicato nelle scuole o rintracciabile online sui siti provinciali e regionali dedicati all’istruzione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso