31 Gennaio Gen 2017 1620 31 gennaio 2017

Come migliorare la respirazione nel nuoto

  • ...

Il nuoto è uno degli sport più completi, per questo molti genitori decidono di iscrivere i propri figli ad un corso di nuoto nella fase di sviluppo. Anche per gli adulti è molto vantaggioso: si sviluppano i muscoli, si allena la coordinazione e viene attaccata la massa grassa e la cellulite.

La respirazione corretta in piscina

Un fattore decisamente importante per nuotare in maniera corretta è la respirazione. Ci sono delle precise regole e tecniche da adottare per poter raggiungere i giusti risultati.

Ad esempio, se si prende una delle tecniche di nuoto più comune, come lo stile libero, la respirazione deve essere coordinata al movimento di ripresa ed immersione delle braccia. La testa dev'essere posizionata a filo d'acqua inclinata da un lato . Nel momento in cui il braccio esce dall'acqua per la ripresa si insipira dalla bocca che in questo momento si trova al di sopra del livello d'acqua. Quando il braccio si appresta a reimmergersi per dare la spinta, la testa viene immersa completamente e l'aria espirata sia dal naso che dalla bocca. E' molto importante la posizione del capo che dev'essere necessariamente allineato al corpo per non sbilanciarlo verso il basso. Si può respirare solo da un lato, ma molti esperti consigliano di alternare l'ispirazione a destra e a sinistra a seconda del braccio che sta dando la spinta.

Un altro elemento decisivo è buttare completamente fuori l'aria nell'espirazione prima della bracciata successiva per non sprecare quel poco tempo prezioso che servirebbe invece ad ispirare.
Il ritmo della respirazione deve chiaramente essere adattato alla velocità. Per aumentare il fiato ed esercitarsi si può fare uso della tavoletta che permette di concentrarsi solo sulla respirazione senza l'uso delle braccia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati