3 Agosto Ago 2017 1800 03 agosto 2017

Correre in pausa pranzo cosa mangiare

  • ...

I ritmi frenetici di oggi, impongono di avere poco tempo da dedicare al proprio benessere. Tra il lavoro, la famiglia e il mantenimento della casa è difficile svolgere tutti i compiti che la vita ci impone. Figuriamoci, poi, trovare il tempo per noi stessi. Ecco dunque come ritagliare del tempo per noi stessi anche quando di tempo non ne abbiamo.

Di corsa, sì, ma senza stress!

Sfruttare l’orario della pausa pranzo per fare running è una buona idea sotto molti aspetti. Innanzitutto ci permette di dormire di più la mattina e questo è importantissimo. In inverno, poi, è un vantaggio perché ci consente di non doverci allenare nel gelo dell’alba. Naturalmente, prima di scegliere di praticare la corsa durante la pausa pranzo dobbiamo assicurarci di avere a disposizione alcune condizioni fondamentali. La prima è quella di avere accesso a un percorso in zone in cui si può correre (come i parchi urbani). Un’altra condizione è quella di avere tempo a sufficienza. Mezz’ora di pausa pranzo è troppo poco. Altro aspetto fondamentale è avere la possibilità di farsi una doccia dopo la corsa. Non possiamo certo tornare in ufficio sudati.

L’importanza di mangiare

La scelta di praticare running durante la pausa pranzo non significa “sostituire il pasto” con la corsa. Anzi, mangiare prima e dopo l’attività fisica è fondamentale. Prima di tutto cominciamo con la colazione che, come è giusto supporre, deve essere abbondante. L’ideale è bere un caffè, un succo di frutta e mangiare due fette biscottare con la marmellata. Vanno bene anche una fetta di pane con formaggio e prosciutto se si desidera una colazione salata. Una volta fatta una buona colazione, si dice sempre di non mangiare fuori pasto. E’ vero però che se prevediamo di fare poi attività fisica è meglio “caricarsi” di energie, anche perché correre a stomaco vuoto è decisamente sconsigliato. Sì dunque, alla pausa caffè con un frutto o ancora meglio una barretta energetica. Subito prima e subito dopo la corsa è bene far ricorso ad un integratore di sali minerali, potassio e magnesio. Terminata la corsa ricordiamoci di tenere da parte del tempo per lavarci e cambiarci e infine godiamoci il meritato pranzo! Se la sera abbiamo tempo prepariamoci una schiscetta ad hoc per il giorno successivo. La dieta mediterranea, in questo senso ci viene incontro: prepariamoci 80 grammi di pasta con verdure e olio d'oliva o un'insalata mista con pollo alla piastra. Grazie a questi elementi si ha tutto quello che serve per reintegrare carboidrati, fibre, vitamine, proteine e grassi. Se invece non abbiamo tempo potremmo adattarci a mangiare un panino fatto con ingredienti leggeri (come affettato di tacchino o bresaola), oppure un’insalata già pronta. In ogni caso, se decidi di praticare running per perdere peso chiedi un parere a un nutrizionista sulla dieta più adatta a te. Evitare sempre il fai-da-te!

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso