7 Febbraio Feb 2017 2005 07 febbraio 2017

Come trovare una persona ricoverata in ospedale

  • ...

Andare a trovare qualcuno ricoverato in ospedale è un’esperienza che prima o poi capita a tutti. Ma non sempre si sa come comportarsi, cosa fare o cosa dire, per non risultare troppo invadenti o invece distaccati.

Piccoli dubbi spesso attanagliano chi si reca in ospedale a trovare un ammalato, ma l’unica certezza che dovrebbe guidare in ogni contesto e situazione è la buona educazione.

Il rapporto con il degente

È bene ricordare che la visita non è un dovere, ma un gesto fatto con piacere: la persona ricoverata è in un momento di sensibilità fisica ed emotiva e farla sentire in uno stato di inferiorità non sarebbe corretto.

Importante è il grado di confidenza tra le due persone, che permette di superare un eventuale imbarazzo dovuto ad esempio al proprio aspetto in disordine.

Cattive abitudini

Spesso si dimentica che nell’ambiente ospedaliero ci sono anche gli altri degenti, con i rispettivi parenti e visitatori, che potrebbero sentirsi disturbati da atteggiamenti poco consoni.

Se il malato non è costretto a letto, si può uscire dalla stanza per fare due chiacchiere, evitando di accomodarsi sul suo letto, fonte di scambio di infezioni.

Visite discrete

Proprio perché la persona ricoverata è in una condizione di fragilità momentanea, sarebbe meglio che le visite non ne aumentassero lo stress. Quindi no a incontri affollati o troppo prolungati, facendo attenzione al tono della voce e ai rumori che si generano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso