22 Febbraio Feb 2017 1018 22 febbraio 2017

Come effettuare il root su Android

  • ...

Per sfruttare al massimo tutte le potenzialità del loro dispositivo Android e superare tutte le restrizioni del sistema molti utenti decidono di eseguire la procedura del suo sblocco, il famoso root; si tratta di un'operazione completamente legale e abbastanza sicura (sono rari in cui si rischia di perdere il dispositivo), ma nella maggior parte dei casi può invalidare la garanzia: ecco come effettuare il root su Android.

Fasi preliminari e preparazione dello smartphone o tablet

Prima di vedere qual è la procedura da seguire bisogna dire che i device dotati del sistema operativo del robottino verde sono davvero tanti e che non c'è un metodo universale adatto a tutti; si può comunque fare un elenco dei passaggi da fare per effettuare il root su Android. Prima di inizare è cosa buona e giusta effettuare un backup e installare sul computer i driver del dispositivo che sarà sbloccato.

Dopo aver fatto queste fasi preliminari si può iniziare: la prima cosa da fare è lo sblocco del bootloader; visto che questa operazione varia da marca a marca e da modello a modello, per sapere come ci si deve comportare per il proprio smartphone o tablet è meglio fare una ricerca su internet inserendo come chiavi sblocco bootloader più il modello del dispositivo.

Recovery Mode e ROM personalizzata: come effettuare il root su Android

Il secondo passo è rappresentato dall'installazione della recovery personalizzata (Clockwork Mod e TWRP sono le più note); per farlo di solito si deve avviare il dispositivo in modalità fastboot premendo il tasto Power e il bilanciere del volume in corrispondenza del -; quando si apre il Prompt dei comandi si deve digitare fastboot flash recovery nomefile.img.

La procedura per effettuare il root Andrord è quasi terminata: a questo punto si può installare la ROM personalizzata (in pratica si sostituisce la versione normale del sistema operativo con una già rootata) che va copiata sulla SD dello smartphone/tablet; il dispositivo va riavviato in recovery mode e bisogna selezionare Install/Install Zip from SD Card e poi indicare il pacchetto Zip da utilizzare.

Dopo bisogna procedere alla cancellazione della memoria del dispositivo scegliendo dal menù della recovery le voci Wipe Data e Wipe Cache Partition. Il gioco è fatto: ora si può riavviare normalmente il tablet o lo smartphone per iniziare ad usarlo con il suo sistema operativo sbloccato. Ultima avvertenza: quando si scarica la ROM personalizzata bisogna accertarsi che sia adatta al modello che subirà il root, altrimenti si corre il rischio di “brickarlo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso