31 Dicembre Dic 2017 0948 31 dicembre 2017

Come scaricare con uTorrent

  • ...

BitTorrent è tra le reti peer2peer più utilizzate in tutto il mondo e, certamente, tutti gli appassionati di file multimediali se ne sono serviti almeno una volta per scaricare video e film, canzoni o applicazioni. Per usare questo servizio ci sono tanti client differenti e, tra questi programmi, uTorrent è probabilmente il più celebre o comunque quello che ha ottenuto il maggior numero di consensi da parte degli utenti.

Cos'è uTorrent

UTorrent è un programma compatibile con Windows, Mac OS, Linux e Android ed è stato pensato per consentire di scaricare facilmente e in velocità i file contenuti nella rete BitTorrent. Come è successo per tanti altri programmi e applicazioni, anche uTorrent è stato appesantito con pubblicità e promozioni lanciate durante l'installazione, tuttavia le funzionalità rimangono sicure e molto efficenti.

Come scaricare i file

Per installare il programma è sufficiente scaricare l'applicazione sul computer o su qualsiasi altro dispositivo e configurare opportunamente il router, in modo da consentire a uTorrent di accedere ad internet. Il tutto non richiede più di qualche minuto, dal momento che i passaggi sono tutti veloci e alquanto intuitivi.

Una volta terminata la configurazione, è possibile iniziare a scaricare i contenuti. Per testare il programma appena installato si deve andare su uno dei tanti motori di ricerca Torrent e iniziare a scaricare un file. Per avviare il download si può prelevare il contenuto in estensione .torrent, oppure cliccare sul magnet link, un collegamento speciale che si presenta come un magnete rosso e avvia automaticamente il download.

Non tutti i file vengono scaricati con la stessa velocità: i contenuti che hanno un numero di peer e seeder maggiori verranno scaricati più velocemente, perché ci sarà la possibilità di effettuare il download servendosi di più fonti. Se non si vuole seguire costantemente il download è possibile ridurre la finestra e lasciar lavorare ugualmente il programma, nell'area delle notifiche di Windows oppure nella barra documenti di OS X.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso