27 Giugno Giu 2017 0937 27 giugno 2017

Isola del Giglio cosa vedere

  • ...

Seconda isola dell’arcipelago toscano dopo l’Elba, l’isola del Giglio, è diventata famosa per il disastro della nave da crociera Concordia ma è anche e soprattutto posto ideale per una vacanza estiva, nonchè meta di un giorno per chi passa nei pressi dell'Argentario.

In giro per l'isola: cosa vedere

Lo sbarco sull’isola avviene a Giglio Porto, unico porto dell’isola caratterizzato da casette color pastello ed un mare limpido e trasparente. Ai tempi romani fu il primo insediamento civile dell’isola. Si può tutt’oggi ammirare la Torre Saracena edificata nel 1596 per volere di Ferdinando I di Toscana.

Si passa poi a Giglio Castello, sede municipale dell’isola nonché borgo medievale ubicato a 400m slm e circondato da mura e torri. Una passeggiata all’interno delle mura vi immetterà in un’atmosfera surreale tra strettissime vie, archi, scalinate e piazzette, sarà come fare un salto indietro nel tempo. Il castello che d’inverno è silenzioso e affascinante diventa nella stagione estiva allegro e festoso.

Giglio Campese è invece oggi l’insediamento turistico più frequentato in quanto tutto si raccoglie intorno alla spiaggia, strutture, abitazioni tutto a ridosso della sua spiaggia.

Le spiagge dell'Isola del Giglio

Le spiagge più grandi e conosciute dell’isola sono: ​

  • Arenella,un piccolo paradiso di smeraldo non molto affollata e adatta per gli amanti della tranquillità;
  • Caldane, tra le spiagge più affascinanti raggiungibile solo via mare o tramite un sentiero di circa un kilometro. Una spiaggia dai tanti piccoli segreti dove è possibile prendere il sole in completo relax e fare incredibili nuotate;
  • Campese, delimitata dal suggestivo faraglione sulla punta sud e dalla torre medicea sulla punta nord, il colore rossastro della sabbia ma anche il panorama delle luci che la illuminano al tramonto ne sono le caratteristiche principali;
  • Cannelle quest’ultima caratterizzata da una sabbia fine di quarzo bianca si trova sul lato che guarda il Monte Argentario. Le acque basse del mare sono adatte ai bambini.

In ultimo interessante è anche una visita al sito archeologico Cote Ciombella, sito megalitico in località Le Porte da dove si può ammirare anche la vicina isola Giannutri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso