29 Giugno Giu 2017 1144 29 giugno 2017

Cosa vedere nelle Cinque Terre

  • ...

Le Cinque Terre sono cinque piccoli borghi della Liguria di Levante, contigui gli uni con gli altri e visitabili percorrendo un sentiero che collega ogni paesino arroccato sui tratti di costa ligure.

Le Cinque Terre sono Monterosso al Mare, Vernazza, Corniglia, Manarola e Riomaggiore.

Il panorama delle Cinque Terre è caratterizzato da paesaggi di costa frastagliata e sentieri irti che si perdono tra la fitta vegetazione di boscaglia incontaminata.

È possibile visitarle scegliendo un mezzo comodo come il treno, che collega una ad una ad una ogni cittadina, ma optare per il percorso a piedi nella Riserva Naturale delle Cinque Terre e patrimonio dell’Unesco, tra scorci a picco sul mare e verde lussureggiante è decisamente la scelta migliore.

Itinerario Monterosso - Riomaggiore

Se si decide di percorrere i sentieri che collegano Monterosso a Vernazza e da Vernazza a Corniglia…e così via, è assolutamente indispensabile predisporre di indumenti pratici, scarpe comode e magari uno zaino contenente il necessario per affrontare un bel percorso fatto di faticose salite e caute discese. Una borraccia e qualche zolletta di zucchero aiuteranno sicuramente a superare il tragitto.

Gli itinerari partono sia da Monterosso al Mare sia da Riomaggiore

Quello che collega tutte e cinque i borghi si chiama Sentiero Azzurro, lungo 12km e facente parte del Parco Nazionale delle Cinque Terre, con un costo per ogni tratta che si aggira attorno ai 5/7 euro.

Purtroppo ad oggi è possibile percorrere solo il tratto Monterosso > Corniglia, gli altri sentieri, franati in alcuni punti decisivi, sono ancora in costruzione e apriranno non prima del 2018.

Monterosso

È la località più grande delle Cinque Terre ed oltre al sentiero che lo collega a Vernazza (assolutamente consigliato) è possibile visitare il suo borgo antico con viuzze molto strette e negozietti caratteristici.

È il paese che offre più strutture ricettive rispetto agli altri borghi e presenta spiagge meno rocciose e più ampie.

Vernazza

Bellissimo borgo racchiuso da colline a picco sul porto. È una delle località più belle che unisce i colori vivi del centro storico al mare più limpido della riviera.

Dal sentiero che collega la cittadina a Monterosso è possibile godere di un panorama mozzafiato.

Corniglia

Borgo arroccato su un’altura, e l’unico che non ha accesso diretto sul mare. Il paese è collegato dalla famosa scalinata Lardarina composta da 377 gradini tutti in mattoni che uniscono il paese con la stazione.

Caratteristici i suggestivi terrazzamenti, coltivazioni di vite risalenti all’epoca romana adagiati a picco sulle colline circostanti.

Manarola

Antico borgo risalente al periodo romano è contraddistinto da ripidi costoni di roccia scura che fanno da contrasto ai colori sgargianti delle case-torri che la compongono. Manarola è conosciuta per il suo illuminato presepe visibile nelle notti di dicembre, dove personaggi a grandezza d’uomo e migliaia di luci richiamano l’atmosfera vissuta ai tempi di Gesù.

Da qui inizia la Via dell’Amore che collega il paese all’ultimo borgo delle cinque terre, Riomaggiore. Purtroppo frane e smottamenti hanno danneggiato il sentiero ora percorribile solo per un breve tratto che si delinea dalla stazione.

Riomaggiore

Ultimo paese delle cinque terre, anch’esso si sviluppa verticalmente grazie alla presenza di gradoni che dalle alture scendono sino al piccolo porto. Riomaggiore prende il nome proprio dal torrente Rivus Major che si districa tra le classiche abitazioni delle case-torre.

Molto bello il Castello di Riomaggiore che vanta una lunga storia alle spalle, prima roccaforte difensiva, poi cimitero ed ora sede di convegni e centro culturale, regala una vista da un’altura mozzafiato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati