24 Luglio Lug 2017 0758 24 luglio 2017

Gambia cosa vedere

  • ...

Il più piccolo tra i paesi dell’Africa, con i suoi poco più di un milione e mezzo di abitanti, la Repubblica del Gambia, è una sorta di enclave all’interno dello stato senegalese. Ex colonia britannica, il Gambia ha come lingua ufficiale l'inglese, ma come molti paesi dell'Africa sub-sahariana anche qui vi è la presenza di numerosi dialetti tra i quali spicca il mandinka, il wolof e il pulaar.

Pur non essendo tra le mete più ambite dai turisti, il Gambia presenta comunque dei posti che meritano di essere visitati a partire da un giro nella sue principali città: Banjul, Birkama, Serekunda.

La capitale Banjul

Banjul, capitale dello stato è una città eretta su di un’isola alla foce del fiume Gambia, qui da non perdere vi è in primo luogo L'Arco 22, simbolo della città. La sua costruzione risale al 1996 in commemorazione del colpo di Stato che il 22 luglio 1994 aveva capovolto il governo legittimo.

Alla base di esso si può ammirare la statua del milite ignoto, ossia una statua raffigurante un soldato con a tracolla un fucile posto dietro la schiena che con una mano sostiene un bambino e con l’altra fa un segno di vittoria. Al secondo piano si trova invece un loggione da dove si può ammirare il panorama della città fino al porto e al terzo piano vi è invece un museo tessile.

Una volta arrivati nella capitale una visita anche al Gambia National Museum aperto nel 1995. Di non molto grande dimensioni ma con una buona organizzazione conserva una bella mostra delle collezioni storiche e culturali come strumenti musicali, documenti storici, attrezzi agricoli e oggetti etnografici.

È possibile ammirare anche un’area archeologica con una ricostruzione dell’inurbamento più antico di Banjul e un piano interamente dedicato alle fotografie che vanno dai tempi più antichi fino ai giorni nostri.

Degno di nota è l’Albert market il più importante mercato della capitale.

Altre mete da visitare in Gambia

  • Serekunda la più grande delle città del Gambia e anche la più attiva economicamente, da non perdere qui il mercato della città.
  • A meritare una visita è anche Juffure, un villaggio considerato monumento nazionale. Fu proprio da qui che Kunta Kinte, protagonista del celebre romanzo “Radici” dello scrittore americano Alex Haley, che fu catturato e fu portato come schiavo in America.
  • Interessante, perché da percorrere in Canoa, vi è la zona di Oyester Creek, da dove si potranno ammirare i canali bordati da mangrovie e dove si potranno osservare una varietà straordinaria di specie di uccelli.
  • Tra le località più in situate sulla costa atlantica si trovano Bakau, Kotu, Fajara; qui si trovano numerosi alberghi e ristoranti nei quali si avrà la possibilità di assaggiare piatti tipici come il pesce condito con olio di palma o i gamberi fritti.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso