6 Settembre Set 2017 2007 06 settembre 2017

Città fantasma Lecco

  • ...

C’è un paesino in provincia di Lecco, nota a tutti per essere la città fantasma per eccellenza del territorio lombardo, e questo luogo è Consonno, una frazione del comune di Olgiate. Non è una meta frequentata dal turismo di massa, ma è il luogo perfetto per chi vuole partire alla scoperta di posti insoliti e che abbiano un qualcosa di misterioso da mostrare loro.

Consonno, il “paese dei balocchi”

Consonno, nasce come un piccolo borgo del Medioevo, fino a che le cose cambiano quando negli anni Sessanta il conte Mario Bagno, un imprenditore milanese, vede in Consonno il luogo perfetto per dare forma al suo progetto di “paese dei balocchi”. Col suo intento, decide così di acquistare tutto il territorio, borgo compreso, e fa radere al suolo tutte le case di Consonno, ad eccezione di una chiesa, la casa adiacente e il piccolo cimitero. Al posto dell’antica Consonno, così piano piano prende forma il “paese dei balocchi”, ovvero una piccola cittadina divenuta un centro commerciale e divertimento con le sue piste da ballo e negozi, venne poi eretto un castello medievale come porta d’ingresso e un minareto.

Dieci anni dopo l’ultimazione del nuovo volto di Consonno, i turisti cominciano a diminuire dopo l’iniziale interesse per la novità e una serie di frane interruppero la strada di collegamento fra Consonno e la vicina Olgiate, portando di conseguenza alla decadenza e all’abbandono di questo posto.

Consonno e la sua storia da brividi

Oggi Consonno, è meta di fotografi e persone curiose e appassionati di luoghi singolari come la città fantasma, nota come “il paese dei balocchi” o anche come la “Las Vegas della Brianza”. Ciò che attrae ancor più i curiosi, sono anche le storie che aleggiano su questo posto, infatti, si racconta che a volte si sentono rumori di locomotiva provenienti dal vecchio minareto, anche se sul posto non c’è nessun treno che viaggia!

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso