6 Settembre Set 2017 1100 06 settembre 2017

Cosa vedere a Cipro in 4 giorni

  • ...

Prima di partire dobbiamo pensare a come muoverci una volta giunti in loco. Avendo pochi giorni a disposizione potrebbe essere interessante utilizzare un’auto a noleggio (i mezzi pubblici praticamente non esistono).

Ricordiamo poi che nel 1974 l’intervento militare turco ha diviso l’isola in due aree: a sud quella greco-cipriota (Repubblica di Cipro), a nord quella turco-cipriota (“Cipro Nord“). Qui indicheremo cosa visitare nella parte “greca”.

I primi due giorni

Se abbiamo solo quattro giorni per visitare l’isola possiamo pensare di pernottare in tre luoghi strategici: a Larnaka, dove si trova l’aeroporto, a Limassol, nota per la vita notturna, e a Pafos nella parte più occidentale dell’isola. Se riusciamo a trovare un volo che ci porti a Cipro almeno in tarda mattinata possiamo sfruttare il pomeriggio per visitare la chiesa bizantina di Angeloktisti, a Kiti, nei pressi di Larnaka.

Il giorno seguente, sempre a Larnaka, merita di essere visto il bellissimo lago salato che è un paradiso per il birdwatching (circa 80 specie di uccelli tra i quali i fenicotteri). Il giorno dopo possiamo spostarci verso Limassol (o Lemesos), la seconda città più grande di Cipro. Si tratta di un luogo pieno di cose da vedere poiché ospita importanti luoghi sacri, sia cristiani che islamici ed è ricco di eventi culturali.

Terzo e quarto giorno

Partendo di buon ora da Limassol potremmo raggiungere Pafos, la zona più ricca di luoghi da visitare. Il castello medioevale di Pafos è senz’altro uno di questi. La struttura, abbattuta dai Veneziani perché i Turchi non potessero utilizzarlo, è stata poi restaurata dagli Ottomani. Pafos è situata sulla costa occidentale e qui secondo la leggenda è nata Afrodite (in una delle splendide grotte) e vi è la cosiddetta “casa di Teseo”.

I resti archeologici visitabili fanno parte del Parco Archeologico di Kato Pafos. Se abbiamo tempo prima di rientrare in albergo, è molto bella da vedere anche la chiesa di Kyriaki. L’ultimo giorno, se siamo riusciti a trovare un volo in tardo pomeriggio o serata, possiamo tornare verso l’aeroporto di Larnaka cercando di vedere anche una piccola parte dell’area naturalistica delle montagne Troodos situata nella parte centrale dell’isola. Con un programma di viaggio come questo potremmo senz’altro tornare in Italia ritenendoci soddisfatti!

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso