20 Ottobre Ott 2017 1700 20 ottobre 2017

Come fare un bed and breakfast in puglia

  • ...

Il bed & breakfast è una forma di alloggio informale che ha avuto una larghissima diffusione in molti Paesi del mondo. Si tratta di una soluzione più economica delle altre forme di alloggio turistico quali Hotel e Recidence. Infatti il B&B non è altro che una o più stanze con bagno messe a disposizione da una famiglia all’interno della propria abitazione. Agli ospiti viene offerta la prima colazione.

La normativa in Puglia

La Puglia è una delle regioni italiane più amate dai turisti di tutto il mondo. Per regolarizzare rendendo più efficace la gestione dei bed & breakfast in questo territorio è stata pubblicata la Legge Regionale 7 agosto 2013 n°27: “Disciplina dell’attività di Bed and Breakfast”. La caratteristica principale di tale normativa è quella di suddividere l’attività di B&B in due tipologie:

  • B&B a conduzione familiare; questa forma di alloggio non necessita d’iscrizione nel registro delle imprese, e rappresenta l’attività svolta da chi, nella casa in cui abita, fornisce alloggio e prima colazione (con un massimo di 3 camere e 9 posti letto), purché l’attività si svolga per un minimo di 90 e un massimo di 270 giorni l’anno
  • B&B in forma imprenditoriale; hanno l’obbligo di iscrizione nel registro delle imprese e devono mantenere un’attività ricettiva di tipo continuativo in un immobile con un massimo di 6 camere e 18 posti letto.

In entrambi i casi la legge impone l’obbligo di esercitare l’attività nell’unità abitativa di chi vi ha il domicilio o al massimo di un’attività abitativa distante 100metri.

Requisiti minimi e presentazione della SCIA

La Legge regionale impone dei requisiti minimi obbligatori rispetto alla clientela del B&B. Come abbiamo detto gli ospiti devo avere a disposizione la stanza da letto, un bagno e la prima colazione. La superficie minima delle camere da letto deve essere uguale o superiore a 8 metri quadrati per le camere con un posto letto, di 12 metri quadrati per le camere con due posti letto, con un incremento di superficie di 4 metri quadrati per ogni posto letto in più. Inoltre l’Art.4, impone che l’esercizio dell’attività di B&B sia consentito solo dopo aver presentato al comune la SCIA (segnalazione certificata di inizio di attività), come per tutti i casi in cui l’esercizio di un’attività privata è subordinato ad autorizzazione, licenza, abilitazione, ecc. Tale segnalazione deve contenere le generalità del richiedente, denominazione e ubicazione del B&B, planimetria, numero delle camere ed eventuale iscrizione al Registro delle Imprese. Infine il Comune di ogni località pugliese, formerà un elenco di tutti coloro che segnalano l’inizio dell’attività di B&B riservandosi di eseguire sopralluoghi al fine di accertare i requisiti contenuti nelle segnalazioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso