24 Ottobre Ott 2017 2011 24 ottobre 2017

Cosa vedere a Edimburgo in 5 giorni

  • ...

Edimburgo va visitata almeno una volta nella vita. Per la sua bellezza mozzafiato, il clima culturale vivace e lo shopping, ma soprattutto per il calore e l’accoglienza degli abitanti. Edimburgo è la capitale scozzese e se si ha la fortuna di avere 5 giorni per visitarla, ci sono delle soste imprescindibili.

Giorno uno

Il primo giorno si può dedicare alla visita dell’imponente Castello, da cui si gode una vista spettacolare sulla città. All’interno delle mura le attrazioni sono tante: dalla St Margaret’s Chapel fino alla Scottish National War Memorial eretta dopo la Grande Guerra. Nella cittadella si trovano i Gioielli della Corona e la leggendaria Pietra del Destino, su cui ogni reale veniva incoronato.

Leggi anche "Caccia ai mille fantasmi di Edimburgo"

Giorno due

Al secondo giorno in Scozia si può scendere dal Castello lungo la Royal Mile, il Chilometro reale, una delle arterie principali della Old Town. In fondo alla strada, si trova il Parlamento scozzese, una moderna struttura in acciaio, quercia e granito. E a pochi passi si incontra Holyroodhouse, la residenza ufficiale scozzese della regina Elisabetta. Oggi sede di ricevimenti e cerimonie reali, in passato è stata teatro delle oscure vicende personali e politiche della regina Maria Stuarda.

Giorno tre

Terza tappa del viaggio a Edimburgo non può che essere riservata alla letteratura e all’arte. Il Museo degli Scrittori è dedicato alle tre penne scozzesi più famose; qui si trovano manoscritti e oggetti personali di Sir Walter Scott, Robert Burns e Robert Louis Stevenson. Nel cortile medievale di Makars’ Court sulle lastre di pietra sono state incise le citazioni letterarie più famose. Lungo la Royal Mile, non troppo distante, la magnifica Cattedrale di St Giles, con le caratteristiche vetrate colorate e la Thistle Chapel, intitolata all’antico Ordine dei Cavalieri del Cardo, pianta simbolo della Scozia.

Giorno quattro

Calton Hill è il quarto passo nel viaggio a Edimburgo, ossia la collina da cui si gode la vista più bella della città. Qui si trova sia il Monumento dedicato a Nelson sia il National Monument, un’acropoli mai portata a termine e definita dagli abitanti la “disgrazia di Edimburgo”.

Giorno cinque

Il quinto e ultimo giorno potrebbe essere quello dello shopping. Non solo perché la città è ricca di negozi, ristoranti, bar e caffè, ma perché vale la pena visitare i negozietti locali. Quelli che all’interno sono tappezzati di kilt, stampe tartan, prodotti locali come marmellate, curd, haggis e whisky.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso