24 Aprile Apr 2017 1947 24 aprile 2017

Glamour o Wired cosa sono

  • ...

Glamour e Wired sono due riviste mensili americane che si sono trasformate in siti cliccatissimi ed apprezzati da molte persone ormai.

Vediamo insieme di cosa parlano e quali temi trattano


Glamour per la bellezza e Wired per la tecnologia sono le bibbie terrene per essere sempre informati e conoscere tutte le novità di questi due argomenti fondamentali per la sopravvivenza negli anni 2000.

Wired


Wired è una delle riviste più note per la Tecnologia, Internet e Stili di vita. Fondata nel 1993, ha sede a San Francisco e il suo editore è proprio Condé Nast Publications.
All'origine venne ispirata dalle idee di Marshall McLuhan e tratta argomenti tecnologici e come questi possano influenzare la vita di tutti i giorni.

Le versioni di Wired comprendono Wired UK e Wired Italia, da consultare anche on line.

Era infatti il 2009 quando l'edizione italiana venne creata e subito dopo vide la luce anche quella britannica. La prima copertina italiana della famosa rivista venne dedicata al Premio Nobel Rita Levi Montalcini, ma l'impostazione era uguale al Wired statunitense.

Comunque sia, nel 2015 Wired termina la pubblicazione della rivista a livello cartaceo mantenendo solo il sito web, www.wired.it

Glamour


Glamour è praticamente un magazine mensile fondato nel 1939 negli Stati Uniti con editore Condé Nast Publications.
È una rivista femminile che parla della moda e della società con una versione italiana risalente al 1992 denominata Glamour of Hollywood.

Oggi Glamour viene pubblicata in tanti stati ed è stata migliorata come rivista grazie a Glamour.it, il sistema digitale colorato e sempre aggiornato sulla bellezza in generale.

I suoi contenuti seguono gli utenti sui loro device, coinvolgendoli in esperienze personalizzate e rispondendo sempre di più alle loro esigenze.
Duecento blogger beauty saranno a disposizione per potenziare la presenza di Glamour sui social e il nuovo sistema riesce anche a generare tutte le informazioni possibili dei consumatori per non deludere mai nessuno.
Infine, l’esperienza dell’utente è multiscreen ed già presente anche su smartwatch; quindi l’industria della bellezza è ormai a portata di tutti, ovunque.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati