Politici nel pallone

George Weah è il nuovo presidente della Liberia. Soltanto l'ultimo caso di star del calcio prestate alla politica. Da Rivera a Shevchenko, passando per Guardiola e Romario. Tra qualche successo e molti flop.

George Weah ce l'ha fatta. L'ex centravanti del Milan è il nuovo presidente della Liberia dopo avere ottenuto ottenuto il 61,5% dei consensi al ballottaggio che lo vedeva impegnato contro il vicepresidente uscente Joseph Boakai. Seppur con alterne fortune, non mancano i precedenti di calciatori e allenatori affascinati dalla discesa in capo di berlusconiana memoria. E non è forse un caso che molti di loro siano transitati proprio dalla parti di Milanello. All'antesignano Gianni Rivera, all'esordio nel 1987 con indosso la casacca della Democrazia cristiana, hanno fatto seguito, tra gli altri, Kakhaber Kaladze, Giovanni Galli e persino Andriy Shevchenko. Mentre dall'altra parte del globo, appesi gli scarpini al chiodo, hanno fatto rumore le carriere politiche degli ex gemelli del gol Romario e Bebeto.