25 Ottobre Ott 2016 1712 25 ottobre 2016

Gardenia: come coltivarla al meglio

  • ...

Scopriamo come coltivare la Gardenia e far sì che cresca rigogliosa e sana nel nostro giardino oppure in casa.

Forse non tutti sanno che la Gardenia, che annovera circa 250 specie e trae la sua origine dalle zone tropicali sudafricane e asiatiche, appartiene alla famiglia delle Rubiaceae, la stessa famiglia della pianta del caffè, è una pianta di tipo arbustivo che presenta fiori singoli bianchi e molto profumati talvolta cosparsi di screziature color crema, con foglie lucide di un bel verde brillante.

In Italia è presente in prevalenza la Gardenia Jasminoides, la più coltivata, importata a metà del 700 dalla Cina e dal Giappone. La Gardenia è amante degli spazi aperti, dove può raggiungere anche un'altezza di 2 metri, mentre in casa il suo sviluppo non supera mai il metro. E' una pianta decorativa molto apprezzata e ideale da regalare.

Gardenia: coltivazione e cura

Per piantare una gardenia la terra ideale da utilizzare è la torba del giardino o dell'orto o una terra fatta di sabbia e foglie priva di calcio e che abbia una certa acidità: la gardenia fiorisce in primavera, stagione dopo la quale va rinvasata aggiungendo al terriccio del carbone polverizzato. Il concime ideale è quello liquido specifico per piante acidule, e va somministrato a intervalli regolari di 15/20 giorni.

In estate, la gardenia teme le temperature superiori a 20/22 °C, e va posizionata in un luogo illuminato ma non ai raggi diretti del sole, all'ombra se le temperature raggiungono i 30 °C; in autunno e in inverno non deve essere esposta alle correnti d'aria, e in presenza di temperature al disotto dei 12 °C rischia di gelare.

Questa pianta teme il ristagno dell'acqua, quindi la sua annaffiatura va eseguita con cura: non somministrare mai troppa acqua ma cercare di mantenere il terreno umido, magari lasciando un po' di liquido nel sottovaso senza farlo entrare a contatto diretto con il vaso stesso, e usare per l'irrigazione acqua tiepida non calcarea.

Gardenia: fioritura e potatura

La gardenia fiorisce rigogliosa in primavera-estate, ma dopo la fioritura è consigliabile accorciarne i rami per far sì che mantenga sempre un aspetto composto e ordinato. In questa stagione, oltre alla potatura vanno anche cimati gli apici vegetativi; in questo modo, la pianta diverrà ancora più folta.

Bisogna avere l'accortezza, prima di procedere alla potatura e alla cimatura, di disinfettare l'attrezzo con il quale si effettua il taglio per evitare infezioni al tessuto della pianta. Un ottimo metodo di disinfezione è utilizzare una fiamma, che distruggerà eventuali batteri presenti sulla lama e che potrebbero pregiudicare l'esito dell'operazione e la salute della nostra gardenia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati