19 Giugno Giu 2017 1311 19 giugno 2017

Cosa galleggia sul Mar Morto

  • ...

Il Mar Morto è, più che un vero e proprio mare, un lago situato nel vicino Oriente tra Israele, la Giordania e la Cisgiordania, nella regione storico-geografica della Palestina.

Le caratteristiche che lo rendono unico al mondo

La sua caratteristica peculiare è che l'acqua è notevolmente salata, salinità che aumenta sempre più con la profondità. I Sali presenti, tra cui cloruri di magnesio, sodio e calcio, vengono trasportati a mare dal Giordano e altri fiumi più piccoli. Inoltre, questa alta salinità ha impedito agli organismi di sopravvivere.

Ed è proprio dal fatto che non ci sia alcuna forma di vita che deriva il nome Mar Morto.

Il Mar Morto si trova anche nel punto più basso della Terra, ad oggi si trova, infatti, a circa 415 metri sotto il livello del mare, a causa dell’evaporazione delle acque. Poiché il mare è situato così in basso, l’acqua non può defluire, ma soltanto evaporare.

Di conseguenza, il volume del bacino non aumenta, l’acqua evapora, mentre i sali minerali rimangono nel bacino, rendendo questo mare il più salato del mondo.

Le acque del Mar Morto sarebbero, inoltre, le più salutari, si ritiene cioè che l’acqua salata abbia un effetto purificante per il corpo, che l’alta concentrazione di bromuro nell’aria abbia un effetto rilassante e i fanghi, ricchi di sali minerali, e le sorgenti calde di acque sulfuree, che si trovano lungo le rive, vengono utilizzati per curare diverse malattie dermatologiche e artritiche.

Due curiosità rendono ancora più affascinante questo mare:

  1. A volte è stato visto galleggiare del bitume a blocchi (asfalto) sulla superficie e si racconta che, nel lontano 1834, la corrente aveva portato a riva un pezzo di bitume del peso di circa 2.700 chili. È probabile che l’asfalto penetri attraverso il fondo marino insieme a diapiri costituiti da salgemma. Quindi, quando il salgemma si scioglie, i blocchi di asfalto affiorano.
  2. Non solo. La densità dell’acqua, dovuta alla sua salinità, è così elevata che chiunque, anche se non sa nuotare, galleggia con estrema facilità. Ma è altrettanto difficile muoversi e nuotare.

Tuttavia, secondo alcuni studiosi, considerando che il bilancio attuale tra evaporazione e acqua immessa sia, e continui ad essere, in negativo, il Mar Morto sembra essere destinato a scomparire poiché la notevole evaporazione non è sufficientemente compensata dall'afflusso delle acque del Giordano e degli corsi d'acqua.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati