30 Agosto Ago 2017 0846 30 agosto 2017

Quali animali mangiano i serpenti

  • ...

Serpenti: animali particolari e molto pericolosi. L'uomo deve stare molto attento, nei boschi e nella vegetazione, a queste specie, per la sua incolumità, per la sua salute e per la sua vita.

I serpenti, infatti, se attaccati, mordono e iniettano veleno nell'uomo.

Quando si parla di serpenti, si parla, sempre, delle specie delle quali questi si nutrono. Ma se si verifica il contrario? Quali animali mangiano i serpenti?

L'elenco degli animali che mangiano i serpenti

Per rispondere alla domanda, gi animali che si nutrono di questi animali pericolosi sono: la mangusta, il tasso, qualche felino, qualche specie di canide, nonchè falchi, aquile e altri volatili.

Ma non solo. Anche il tasso del miele si nutre, anche, di serpenti velenosi, dei quali non teme il morso, perchè, di fatto, è immune al veleno.

Le aquile e i falchi, in specifico, sono animali dalla vista fortissima e cacciano i serpenti dall'alto.

Il curioso caso della tarantola

E poi, gli studi sulla tarantola. E' stato, anche notato recentemente, da alcuni ricercatori in Brasile, come la tarantola mangi i serpenti. Sotto una roccia, i ricercatori hanno, infatti, visto come un serpente lungo trenta centimetri sia stato mangiato e ridotto a brandelli da una tarantola di grandi dimensioni. La tarantola si stringeva, infatti, al serpente: mangiandolo con grande voracità. E si trattava, in specifico, della specie Grammastola quirogai. Quindi, anche questi animali si nutrono dei serpenti. Ma già nel 1926 gli scienziati brasiliani avevano tenuto, in cattività, alcune tarantole che si cibavano, di tanto in tanto, dei serpenti.

Serpenti che mangiano altri serpenti

C'è, anche, da aggiungere come molti serpenti mangino altri serpenti di specie diversa fra loro. Il caso più eclatante è quello del cobra reale, che si nutre di altri suoi simili.

Il consumo umano di serpenti

Un'ultima curiosità e precisazione. Anche l'essere umano, in alcune nazioni, si nutre di serpenti. Nei paesi orientali questi si mettono, addirittura, in scatola: pronti al consumo. E questo dettaglio non è, assolutamente, da dimenticare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso