3 Ottobre Ott 2016 1806 03 ottobre 2016

Alimentazione naturale gatto: tutto sulla dieta casalinga

  • ...

Vediamo insieme come provvedere al meglio alla dieta casalinga del nostro amico felino, per assicurargli tutti i nutrienti necessari al suo benessere.

Molto spesso quando si parla di alimentazione casalinga del gatto il pensiero va subito alle persone che fanno mangiare il gatto con gli avanzi della propria tavola: non c'è niente di più sbagliato in questa operazione, perché i nostri amici felini hanno bisogno di essere nutriti con pietanze preparate appositamente per loro, proprio come fossero parte della famiglia.

Chi decide di alimentare il proprio gatto in maniera naturale di solito non ama fargli mangiare le tanto pubblicizzate scatolette che si trovano nei supermercati in quanto possono contenere sostanze quali conservanti coloranti ed addensanti che potrebbero risultare nocivi per l'animale, ma per evitare di commettere errori è sempre meglio consultare il veterinario.

Gatto: dieta casalinga

L'alimentazione casalinga del gatto prevede l'impiego di materie prime da acquistare e cucinare espressamente per lui in modo tale che ne tragga benefici molto importanti sia per la salute del suo apparato digerente sia per quanto riguarda la muscolatura e la lucentezza del pelo: è bene tenere presente che gli alimenti vanno scelti in base alle esigenze del nostro peloso, evitandone alcuni che somministrati potrebbero rivelarsi molto pericolosi.

Uno degli alimenti considerati veleno per il gatto è il cioccolato e tutto ciò in cui esso è contenuto, che risulta essere tossico perché contiene teobromina: questa sostanza causa stimolazione eccessiva della circolazione, ipertensione, nausea e vomito. Il gatto deve evitare anche le uova crude per non essere a rischio salmonella e per la presenza dell'albume, che causa il mancato assorbimento della vitamina B.

Se ci accingiamo a preparare la pappa per il nostro gatto, facciamo attenzione che essa non contenga aglio o cipolle, che potrebbero apportare anemia emolitica e altri danni ai globuli rossi; se scegliete di fargli mangiare patate, che siano assolutamente cotte, ed evitate i pomodori verdi perché contengono sostanze in grado di dare al gatto forti disturbi a livello dell'apparato gastrointestinale.

Sì al latte e ai latticini, a meno che il gatto non sia intollerante al lattosio; alcuni veterinari invece consigliano la somministrazione del latte soltanto ai gatti appena nati, ma a riguardo le correnti di pensiero sono tante e nessuna di esse può considerarsi del tutto sbagliata. Tra i cibi sconsigliati per il gatto abbiamo poi gli snack salati, gli zuccheri raffinati, i dolciumi in generale e tutti i cibi piccanti e troppo freddi. Evitare olive, pesche ed albicocche con nocciolo, le noci macadamia, i funghi, il fegato e gli alimenti contenenti xilitolo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso