8 Marzo Mar 2017 1550 08 marzo 2017

Cosa succede se il cane mangia la cioccolata

  • ...

La cioccolata è un vero e proprio peccato di gola al quale difficilmente si riesce a rinunciare. Si tratta di un alimento con numerose proprietà benefiche per il corpo e l’umore, almeno per quanto riguarda l’uomo. E’ ormai risaputo, infatti, che se la cioccolata fa bene all’uomo è invece tossica per i cani, che possono riportare gravi danni alla salute anche in seguito all’assunzione di piccolissime quantità. Ma perché la cioccolata è veleno per i cani e cosa può accadere in caso di ingestione?

La colpa è della teobromina

Ciò che rende la cioccolata dannosa per la salute del miglior amico dell’uomo è una sostanza normalmente presente nel cacao, la teobromina.

La teobromina è un alcaloide ad azione stimolante che agisce sul sistema nervoso e sul sistema cardiocicolatorio.

I cani, a differenza dell’uomo, non hanno un sistema enzimatico che permette di metabolizzare velocemente tale sostanza che, quindi, rimanendo in circolo per tempi molto lunghi, si accumula nel sangue e causa tossicità. Il corpo, infatti, subendo gli effetti della teobromina per tempi molto lunghi, ne risulterà fortemente danneggiato.

Sintomi da intossicazione

Gli effetti derivanti da una intossicazione da teobromina sono diversi e la loro intensità varia in base alla quantità di cioccolata ingerita e alla taglia del cane.

I sintomi di intossicazione, che generalmente non compaiono subito ma circa 12 ore dopo l’ingestione della cioccolata, comprendono: aumento della frequenza respiratoria e affanno, aumento della sete, variazioni della frequenza cardiaca, tremori, iperattività, convulsioni, vomito, diarrea e, nei casi peggiori, morte.

Considerate le gravi conseguenze legate all’intossicazione da teobromina, se il cane dovesse inavvertitamente mangiare del cioccolato la cosa migliore da fare è ricorrere ad un veterinario.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati