6 Luglio Lug 2017 1251 06 luglio 2017

Come rinfrescare i cani d'estate

  • ...

Per i cani l'estate è sicuramente una stagione impegnativa che mette a dura prova il loro fisico e la loro capacità di affrontare le passeggiate all'aria aperta e i conseguenti, possibili colpi di calore.

I cani non reagiscono al caldo come gli esseri umani e le camminate sotto il sole possono essere provanti e pericolose: con temperature al di sopra dei 28 gradi, i cani hanno serie difficoltà a raffreddarsi. E', quindi, necessario riuscire ad individuare con tempestività se il cane è troppo accaldato.

Individuare i sintomi del surriscaldamento e della disidratazione

Per capire se il cane manifesta sintomi di surriscaldamento bisogna osservare se ansima eccessivamente, sbava troppo e presenta una saliva densa e vischiosa: in questi casi è utile intervenire immediatamente per rinfrescarlo. Altri sintomi di grave surriscaldamento possono essere diarrea, vomito, convulsioni; nei casi più gravi si può arrivare all'arresto cardiaco e alla morte.

Per verificare una eventuale disidratazione è necessario controllare l'elasticità della pelle tirando leggermente la pelle posta dietro al collo dell'animale: se il cane sta bene la pelle tornerà al suo posto immediatamente; nel caso in cui il cane dovesse essere disidratato, la pelle rimarrà sollevata.

Altri controlli possono essere fatti osservando le gengive (non devono rimanere bianche dopo aver effettuato una leggera pressione su di esse), verificare che non sia troppo affaticato nei movimenti, misurare la temperatura rettale (non deve superare i 40).

Come rinfrescare il cane

Per rinfrescare il cane surriscaldato bisogna, innanzitutto, mettere a sua disposizione acqua fresca (non ghiacciata, non calda); è buona cosa, poi, portare il cane in un luogo fresco e asciutto (anche dotato di ventilatore o condizionatore) oppure lasciarlo immergere in acqua fresca o bagnarlo con acqua, asciugamani bagnati (su collo, sotto le zampe, sull'inguine e tra le ascelle).

Nel caso in cui i sintomi non dovessero attenuarsi e il cane non dovesse mostrare segni di miglioramento, è secessario contattare il veterinario che provvederà a reidratarlo con soluzioni apposite.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso