30 Aprile Apr 2018 0600 30 aprile 2018

Quando sterilizzare una gatta

  • ...

Quando sterilizzare una gatta? Questa è la classica domanda che si pone qualsiasi proprietario intenzionato a scongiurare il rischio cucciolate e ad evitare stress inutile al proprio animale.

Leggi anche “Quando sterilizzare un gatto

Quando sterilizzare una gatta

La sterilizzazione di una gatta femmina avviene attraverso una procedura detta “ovarioisterectomia”, che consiste nell’asportazione dell’apparato riproduttivo (utero e ovaie).

Sterilizzare una gatta è sempre possibile. Tuttavia, se si è decisi a farlo, la cosa migliore sarebbe intervenire nel sesto mese di vita dell’animale, in modo da anticipare il primo estro. Il primo calore delle gatte, infatti, compare intorno al settimo mese di vita, fatta eccezione per alcune gattine precoci nelle quali il primo calore può comparire già al quarto o quinto mese di vita. È assolutamente sconsigliato, invece, procedere con la sterilizzazione quando la gatta è in pieno calore poiché i rischi dell’intervento, già di per sé molto delicato, aumenterebbero notevolmente.

Leggi anche “Quanto dura il calore del gatto femmina

Perché sterilizzare una gatta

La sterilizzazione della gatta ha dei risvolti positivi sia per l’animale che per il padrone.

La sterilizzazione, infatti, riduce il rischio di infezioni dell’utero, di sviluppo di tumori alla mammella e della contrazione di malattia a trasmissione sessuale. Inoltre, la sterilizzazione elimina i sintomi tipici del calore che, in assenza di accoppiamento, possono portare l’animale ad uno stato di costante nervosismo e agitazione. L’assenza dei sintomi del calore rappresenta un vantaggio anche per il padrone che non si troverà a dover ascoltare, giorno e notte, i continui insopportabili miagolii.

Leggi anche “Cosa fare se il gatto miagola di notte

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso