19 Dicembre Dic 2016 0000 19 dicembre 2016

Come usare schemi punto croce per halloween

  • ...

Le idee sono proprio “magiche”

Preparare la festa di Halloween è sempre un evento impegnativo: per rendere ancora più gradevole l’aspetto di oggetti e decori arriva anche il ricamo, e le tecniche per affrontarlo con facilità. Chi non conosce, infatti, il punto croce? È quello che tutte le bambine hanno imparato a fare per primo, magari aiutate dalla mamma o dalla nonna. Sta di fatto che il punto croce ci permette con due giri di ago e filo di costruire immagini e oggetti anche complessi e pieni di colori.

Come si fa il punto croce

La tecnica del punto croce prevede l’utilizzo di:

  1. una tela dalla trama a quadretti (la tela Aida è quella più utilizzata, ma anche il lino è particolarmente adatto per la sua trama larga)
  2. un cerchio tendi-stoffa, meglio noto come “telaio da ricamo
  3. varie matassine di fili per ricamo colorati, adatti per la loro scorrevolezza nella trama delle stoffe
  4. un set di aghi, un ditale e una forbice da stoffa.

Il punto viene eseguito con movimenti dell'ago verticali che si congiungono in linee diagonali nel diritto, mentre nel rovescio risultano sempre delle linee rette. Il verso da tenere è sempre verso sinistra, o destra – a scelta, purché si mantenga per tutto il lavoro -, e fino al riempimento della riga se il colore da usare è sempre lo stesso, o fino a margine della forma da riempire; per completare la “croce” bisogna procedere poi al contrario verso destra, o sinistra, facendo sempre scorrere l’ago dall’alto verso il basso e chiudendo così la seconda diagonale.

Come si riproduce un disegno

È molto facile accedere a schemi di vari soggetti, in particolare di Halloween. Basta andare in un negozio di merceria o su internet e si possono trovare magnifici disegni adatti per decorare tovaglie, sacchetti per la raccolta dei "dolcetti", cuscini ricamati con immagini di streghe, maghi o simpatici mostri. La tecnica è facile: bisogna ricalcare il disegno sulla trama della stoffa da ricamare seguendo una corretta posizione delle forme in corrispondenza dei quadretti della trama, e il gioco è fatto. Se poi si vuole creare un proprio disegno, basta avere mano ferma e precisa e una buona dose di fantasia…e di magia!

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati