30 Dicembre Dic 2016 1225 30 dicembre 2016

Come si festeggia il solstizio d'inverno

  • ...

Il solstizio d'inverno è una fase dell'anno che nelle culture pre - cristiane era festeggiato in maniera specifica e molto diversa da quell'attuale.

Nelle culture pagane o comunque tra le popolazioni antiche, questa fase dell'anno aveva un valore speciale ed era festeggiata in maniera particolare, specifica di zona in zona. I festeggiamenti del solstizio d'inverno più vicini alla nostra cultura, quelli che hanno ispirato il Natale cristiano, sono legati ai culti pagani dell'Europa Settentrionale e che diedero il via ai festeggiamenti del Yule.

Dunque se non si è cattolici e si vuole festeggiare il solstizio d'inverno in maniera nuova e originale è possibile celebrarlo seguendo questa tradizione celtica.

Queste popolazioni si svegliavano all'alba per pregare il primo sole di quel che loro già consideravano l'anno nuovo, il Sole Bambino, quel che è divenuto nella tradizione cattolica Gesù Cristo. Quindi si accendono in casa tante candele. Yule infatti è la festa della luce, di quella che dovrà accompagnare l'individuo nel corso dell'inverno.

Si realizza poi un Albero solstiziale, divenuto col tempo il nostro albero natalizio. Bisogna però decorarlo non con luci e palline, bensì con tutti i simboli del Sole. Quindi avviene l'accensione del ciocco. Si tratta di un grosso pezzo di quercia, addobbato con ramoscelli di altre piante, tra cui l'agrifoglio, che deve poi essere arso, insieme ad una serie di biglietti, legati con qualche nastro, in cui sono messi per iscritto i desideri per l'anno nuovo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso