2 Febbraio Feb 2017 0949 02 febbraio 2017

Quanti tipi di bacio esistono

  • ...

La storia fa il suo corso e gli italiani crescono con i Baci Perugina. Dal 1922, quando Luisa Spagnoli per prima volta crea il suo leggendario Bacio che deve ancora fare la propria strada per diventare quello che conosciamo oggi.
Ogni anno l’azienda fa uscire sempre nuove collezioni di cioccolatini, "Speciali per ogni occasione", "San Valentino", "Pasqua, Natale".
Ma realmente, quanti tipi di bacio esistono nei giorni di oggi?

Bacio Perugina

L’incarto di stagnola argentata, un cielo futurista di stelle blu e il cioccolato “Luisa” a vestire il cuore del Bacio.
La nocciola nella sua interezza a siglarne la perfezione. La granella di nocciole è impastata con il morbido ripieno sin dalla nascita del Bacio.
Il bigliettinocon le frasi d’amore, oggetto di culto e di collezione, è l’elemento indispensabile per gustare appieno la magia del Bacio.

Bacio Perugina Latte

Questa versione ha l’incarto azzurro dove campeggiano le stelle argentate. Il latte fa più dolce il gusto della sua morbida copertura. La nocciola rimane un elemento imprescindibile. La granella di nocciole impreziosisce il ripieno al gusto di gianduia. Non può mancare il bigliettino.

Bacio Perugina Bianco

Il cioccolato diventa bianco e con un delicato aroma di vaniglia. La nocciola intera è sempre presente, così come la granella di nocciole nel cuore di questo Bacio. Il bigliettino si mantiene ricco di romanticismo.

Bacio Perugina Fondentissimo 70%

L’incarto è un nero raffinato con stelle luminose. La copertura è cioccolato fondente dal gusto intenso al 70% di cacao. La nocciola non potrebbe mancare in un vero Bacio. L'autentica sorpresa sono i semi di cacao. Il bigliettino ritorna anche in questa edizione.

Bacetti Perugina

Si tratta della ricetta originale del Bacio solo in un formato più piccolo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso