8 Febbraio Feb 2017 1142 08 febbraio 2017

Come cambiare cognome in Italia

  • ...

Si può ovviare alla iattura di un cognome ritenuto ridicolo e vergognoso? O modificarlo per ragioni affettive, ereditarie o famigliari? Sì, in Italia è possibile.

Cosa fare per cambiare cognome

Qualsiasi cittadino interessato alla procedura può presentare una domanda (munita di marca da bollo) al Prefetto della provincia di residenza, o dove si trova l’ufficio dello stato civile detentore dell’atto di nascita al quale la richiesta si riferisce.
Sarà poi il Prefetto a valutare la validità delle motivazioni all’origine della domanda; una volta ottenuta l’autorizzazione necessaria, il cittadino potrà procedere a far affiggere il decreto per trenta giorni consecutivi all’albo pretorio del comune di nascita e di quello di residenza attuale, per consentire un’eventuale opposizione da parte di chiunque ne avesse interesse.
Al termine del tempo indicato, accertate le regolarità e vagliate le eventuali opposizioni, il Prefetto emanerà l’autorizzazione al cambio del cognome.

Se a cambiare cognome è un minorenne

In caso di minori è necessaria l’autorizzazione di entrambi i genitori.

Nomi illustri

Non è consentito chiedere l’attribuzione di cognomi illustri o noti nel luogo in cui si trova registrato l’atto di nascita del cittadino perché potrebbero dare adito a fraintendimenti.

I numeri e gli indirizzi da consultare per cambiare cognome

Sul sito del Ministero dell’Interno, alla voce “come fare per… nelle prefetture” è possibile accedere all’elenco delle pagine web delle prefetture di tutte le province d’Italia, con riferimenti sulle modalità di erogazione del servizio, i riferimenti telefonici, gli indirizzi e gli orari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati