10 Febbraio Feb 2017 0802 10 febbraio 2017

Perché si chiama ora solare

  • ...

I Paesi che adottano il cambio ora nel mondo sono quelli che fanno parte dell’Unione Europea e la Svizzera, gli Stati Uniti e il Canada.
Con l’ora solare si portano indietro le lancette degli orologi di un’ora. Il termine indica il tempo senza l’ora legale. Con l’inverno i vantaggi dell’ora legale non ci sono, si risparmia un’ora di luce al tramonto, ma se ne perde una all’alba. Proprio per questo si torna all’ora solare, che è quella naturale al contrario dell’ora legale introdotta per motivi di risparmio energetico e che torna l’ultima domenica di marzo. Mentre l’ora solare viene introdotta ad ottobre.

Un po’ di storia

Quest’anno si festeggiano i 101 anni di ora solare e legale, era infatti il 1916 quando l’Italia e l’Inghilterra istituirono l’ora legale, segnando il passaggio a quella solare. In Italia l’ora legale è nata come misura bellica proprio per il risparmio energetico durante la guerra, rimanendo in uso sino al 1920, quindi è stata abolita e poi ripristinata durante la seconda guerra mondiale, rimanendo in vigore dal 1940 al 1948, poi è stata di nuovo cancellata.
L’istituzione definitiva risale al 1965 con il decreto legge numero 503 del 1965. L’idea del risparmio energetico fu introdotta per la prima volta nel 1784 da Benjamin Franklin con un trattato. Servirono 100 anni affinché le idee dello scienziato venissero riprese dal costruttore William Willet e poi apprezzate dalla politica, tanto che nel 1916 la Camera dei Lord votò a suo favore proprio per far fronte alle ristrettezze economiche dovute alla guerra.
Non si tratta di un’idea nuova: già i romani usavano clessidre tarate in modo diverso d’inverno e d’estate.

A marzo si torna all’ora legale

Quest’anno l’ora legale torna il 26 marzo 2017. In questo caso le lancette si sposteranno un’ora avanti, con il vantaggio di avere un’ora di luce in più nel pomeriggio, e poi si tornerà all’ora solare in autunno, tra il 28 e il 29 ottobre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati