6 Aprile Apr 2017 1043 06 aprile 2017

Perché si chiama prova del 9

  • ...

Chi, almeno una volta nella vita, non ha pronunciato la frase “facciamo la prova del 9” in famiglia oppure con gli amici. È uno dei modi di dire più comuni che si usano nella vita di tutti i giorni ma perché si dice così e qual è la sua origine? Scopriamolo insieme.

Perché si usa

Oggi la locuzione “prova del 9” viene comunemente usata per indicare che si sta per effettuare una verifica sicura che darà un risultato incontrovertibile e quindi che nessuno potrà mettere in discussione. Questo modo di dire viene usato anche come sinonimo di “cartina di tornasole”, cioè una prova di verifica chiara ed evidente e che quindi dimostra senza alcun dubbio la veridicità di una supposizione oppure di una situazione dubbia. In definitiva, potremmo dire semplicemente che usare questa espressione è come dire in modo semplice e chiaro “ecco la prova che dimostra la verità”.

L’origine

L’espressione idiomatica “fare la prova del 9” affonda le radici nella matematica. In questo ambito, infatti, si usa, tramite un procedimento preciso, proprio per confermare il risultato di una operazione ed in particolare quello della moltiplicazione. Se la prova del 9 darà un risultato negativo sarà necessario rivedere o rifare da capo la moltiplicazione perché sicuramente il procedimento non è stato eseguito correttamente e ci sarà pertanto almeno un errore. Se, invece, la prova del 9 avrà un esito positivo, si avrà la quasi certezza di aver svolto l’operazione correttamente e quindi che il risultato ottenuto sarà corretto.

Semplice ma non infallibile

Una curiosità interessante in merito alla prova del 9 insegnata, da sempre, alle elementari come metodo di riscontro o come “scorciatoia” (come abbiamo visto) per la verificare della moltiplicazione, è che questo procedimento non sempre dà un esito davvero incontrovertibile. Un metodo tanto facile quanto allo stesso tempo, per molti, discutibile. Perché? La prova del 9 non assicura, infatti, la certezza dell’esito: dipende dal risultato ottenuto: se è negativo, il risultato sarà senza dubbio errato; se è positivo, invece, c’è la possibilità che 1 caso su 9 sia sbagliato. Ecco perché secondo molti usare l’espressione “fare la prova del 9” sia abbastanza discutibile ma ormai fa parte del nostro bagaglio, della nostra cultura, è un gergo popolare e si sa il popolo è sovrano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso