12 Maggio Mag 2017 1302 12 maggio 2017

Quali sono i siti migliori per cercare lavoro

  • ...

Trovare un lavoro è sempre più difficile al giorno d'oggi. Per fortuna ci sono molti siti su quali effettuare la ricerca. Ecco i principali.

Jobrapido

Un motore di ricerca, basta digitare la località, l'impiego e la categoria prescelta per iniziare a navigare tra le offerte, che vengono raccolte da tante fonti diverse. È possibile ordinare le offerte per ordine di rilevanza, per data o per numero di curriculum iscritti.

Monster

Qui ci si può candidare direttamente per una delle posizioni vacanti. Il primo passo è creare un curriculum all'interno del sito seguendo la procedura guidata. Infine, basta cliccare Candidati e il cv creato verrà inoltrato direttamente all'azienda. Monster si divide in tre sezioni: beknown, che sfrutta i social networks per cercare e trovare lavoro; monster talent, per laureandi e neolaureati; ed infine profili aziendali, nella quale sono pubblicati i nomi delle aziende in cerca di personale.

Infojobs

Simile a Monster, in Italia le offerte attive sono circa 45mila e i candidati registrati oltre cinque milioni.

Subito

Sebbene sia un sito di annunci per beni di seconda mano c’è anche una nutrita sezione con circa 65mila annunci professionali, adatto sopratutto a giovani in cerca del primo impiego.

Indeed

Il modello che ha ispirato Jobrapido, è presente in 26 lingue in più di 50 paesi ed offre un servizio di aggiornamento via email: basta impostare il Job Alert con una o più parole chiave per iniziare a ricevere le nuove offerte che corrispondono a quella ricerca.

Trovalavoro

Sia aspiranti lavoratori che aziende possono consultare gli annunci o inserirne di propri semplicemente iscrivendosi al sito con username e password. No altri dati sono richiesti.

Linkedin

E' nato come social network dove trovare lavoro nel 2003. Qui un buon profilo non serve solo per attrarre le aziende, ma anche come biglietto da visita: tenerlo ben aggiornato e completo è la chiave per il successo. Sono sempre più numerose, ed importanti, le aziende che pubblicano aggiornamenti e posizioni vacanti direttamente via i social networks.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati