23 Maggio Mag 2017 1809 23 maggio 2017

Come farsi tatuare alle convention

  • ...

Le convention dei tatuaggi ospitano ogni anno artisti nazionali e internazionali che attirano appassionati da diverse parti del mondo. Si tratta di occasioni speciali in cui i tatuatori mettono in campo le proprie abilità e specialità stilistiche mostrando le tendenze nel mondo dei tatuaggi, i nuovi stili e le misure di sicurezza adottate. Prossimo appuntamento in Italia a Piacenza.


Cosa fare per farsi tatuare


Giunti a una convention si può dare un’occhiata oppure decidere di volersi fare un tatuaggio. È bene considerare che ci si può mettere in coda e con molta pazienza aspettare il proprio turno oppure se si conosce il tatuatore lo si può contattare per prendere appuntamento. Vale la pena fare un tatuaggio alle convention se l’artista viene da lontano e non sarà possibile passare dal suo studio per farsene un altro. D’altra parte c’è da considerare che i tempi sono un po’ ristretti, c’è molta gente che guarda e non si crea quel clima di intimità tipico dello studio.


Il tatuaggio alle convention si paga?


Per farsi tatuare alle convention in genere si paga. Rispetto al lavoro di studio anche un po’ di più, questo perché il tatuatore deve cercare di rientrare nelle spese di partecipazione all’evento. Per quanto riguarda la tariffa dipende dalla grandezza del soggetto, dalla notorietà del tatuatore e dal suo onorario. Se c’è di mezzo un concorso, invece, è possibile che non si paghi perché il corpo del cliente funziona da veicolo pubblicitario e talvolta può portare l’artista a vincere premi. C’è da dire che il soggetto in questi casi è a discrezione del tatuatore perciò bisogna essere pronti a portare sulla propria pelle qualsiasi cosa in nome dell’arte. Un'altra possibilità per cui è quasi sicuro che si riesca a farsi fare un tatuaggio alle convention è la scelta di un soggetto originale, impegnativo che piaccia particolarmente al tatuatore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso