25 Giugno Giu 2017 0900 25 giugno 2017

Come si apre il cocco da bere

  • ...

Sulle spiagge delle regioni tropicali capita di imbattersi spesso in persone che tengono tra le mani dei grossi frutti, di color verde chiaro o bianchi, dai quali sorseggiano con una cannuccia una bevanda trasparente. Si tratta del cocco da bere e i frutti non sono altro che noci di cocco acerbe. Scene di questo tipo invoglierebbero chiunque a provare l'insolita bevanda. Per chi volesse cimentarsi ecco alcune indicazioni per risolvere l'unico "problema" legato al consumo di tale bevanda, ovvero come aprire il cocco da bere.

Cos’è il cocco da bere

Per cocco da bere si intende il liquido trasparente normalmente presente all'interno delle noci di cocco non ancora mature. L’acqua di cocco è una bevanda tipica delle regioni tropicali. Essendo rinomata per le sue notevoli proprietà benefiche, l’acqua di cocco è molto ricercata e il suo mercato è in notevole espansione. Il cocco da bere, infatti, ha un bassissimo contenuto calorico, è privo di grassi e ricco di sali minerali, principalmente magnesio, potassio e calcio. Queste caratteristiche rendono il cocco da bere una bevanda molto dissetante, ottima per reintegrare sali minerali. E’ fondamentale non confondere l’acqua di cocco con il latte di cocco. Quest’ultimo, infatti, è il liquido presente all’interno delle classiche noci di cocco mature, ovvero le noci di cocco che hanno il caratteristico colore marrone. Il latte di cocco è ciò che rimane dell’acqua di cocco in seguito alla maturazione del frutto. Differisce totalmente dal cocco da bere, è infatti molto dolce, calorico e povero di sali minerali, quindi per nulla dissetante.

Per aprire il cocco da bere basta un coltello

Lavorando su di un tagliere o su un piano solido, adagiare il cocco su un lato. Con un coltello ben affilato tagliare la parte appuntita della noce di cocco, rimuovendo la parte bianca della scorza fino ad arrivare alla sottostante parte marroncina più coriacea. Facendo pressione con la lama del coltello, continuare a tagliare la scorza fino a perforarla. Fare leva sull’incisione con il coltello e sollevare la scorza fino ad ottenere un’apertura rotonda. Non resta che versare l’acqua di cocco in un bicchiere o berla direttamente dal cocco, utilizzando una cannuccia.

https://www.youtube.com/watch?v=PchTpjO-G_s

http://blog.giallozafferano.it/dolcitentazionidirdc/il-frutto-tropicale-dellestate-differenze-tra-cocco-verde-e-cocco-marrone/

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso