9 Luglio Lug 2017 1130 09 luglio 2017

Cos'è una scossa di assestamento

  • ...

I terremoti fanno parte, ormai, della storia dell'Italia e della sua geografia, specie negli ultimi anni in cui regioni come Abruzzo e Emilia Romagna sono state terribilmente colpite con una serie di conseguenze ai luoghi e alle persone. Le occasioni per sentire parlare di scosse di vario genere sono state, quindi e purtroppo davvero molte.

Ma cos'è esattamente un terremoto? E che differenza c'è tra le varie tipologie di scosse che lo caratterizzano dall'inizio fino alla sua lunga fine?

Cos'è un terremoto?

I terremoti vengono anche denominati sismi o scosse telluriche e sono vibrazioni o assestamenti improvvisi della crosta terrestre, provocata dallo spostamento improvviso di una massa rocciosa nel sottosuolo. Quasi tutte le scosse telluriche avvengono in zone precise che si trovano in prossimità di due placche tettoniche in cui sono presenti fratture, dette faglie.

Alcuni terremoti sono preceduti da sciami sismici, cioè da terremoti di piccola intensità che si ripetono costantemente e ripetutamente; altri, invece si verificano improvvisamente, senza alcun preavviso con una o più scosse principali.

Cos'è una scossa di assestamento

Dopo la scossa principale, in molti casi, i terremoti di maggiore magnitudo (misura dell'energia meccanica di uno scisma) sono accompagnati da eventi secondari (ma non necessariamente meno distruttivi) e vengono chiamati repliche o scosse di assestamento (anche se il termine è erroneo poichè esse non riassestano affatto il terreno e non evitano ulteriori scosse o danni).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso