24 Novembre Nov 2016 1127 24 novembre 2016

Come procedere con la rottamazione delle cartelle Equitalia

  • ...

È tutto pronto per chi vorrà procedere con la definizione agevolata delle cartelle esattoriali Equitalia. Infatti sarà possibile beneficiare della rottamazione delle sanzioni e dei relativi interessi previsti per tutte quelle cartelle che vanno dal 2000 al 2015. Chi vorrà procedere in tale senso potrà scaricare la domanda, compilarla e inviarla oppure depositarla presso lo sportello di Equitalia entro il 22 gennaio 2017.

Cartelle Equitalia: quali rientrano nella rottamazione?

A questo punto la domanda sorge spontanea: con la rottamazione delle cartelle Equitalia di quanto si riduce il debito? È bene precisare che la rottamazione parziale è incentrata sui ruoli relativi a imposte, compresa l’Iva, ai tributi ed anche a contributi previdenziali e assistenziali affidati rispettivamente dall’Agenzia delle Entrate e dall’Inail oppure dall’Inps all’Agenzia della riscossione dal 2000 al 2015.

Rientrano, inoltre, nella sanatoria anche i ruoli relativi a delle sanzioni derivanti dal violazioni del Codice della strada e i vari ruoli emessi da Regioni, Città metropolitane, Province e Comuni (come per esempio: Ici o tassa sui rifiuti).

Il modello fac-simile per adesione alla rottamazione delle cartelle Equitalia si può scaricare al seguente link: http://www.gruppoequitalia.it/equitalia/export/sites/equitalia/.content/files/it/Modulistica/DA1-DICHIARAZIONE-DEFINIZIONE-AGEVOLATA.pdf

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso