22 Gennaio Gen 2017 0816 22 gennaio 2017

Che cos’è il modello Q per assunzione colf

  • ...

È bene ricordare che prima del 30 aprile 2011, nello specifico contratto di soggiorno (modello Q), firmato da datore di lavoro e lavoratore straniero, dovevano essere riportati i dati di entrambi e le relative condizioni contrattuali. Oltre a tutto questo il datore di lavoro doveva dichiarare esplicitamente che il lavoratore ha un alloggio e si impegnava a rimborsare allo Stato le spese per un eventuale rimpatrio. A partire dal 15 novembre 2011 è entrato in vigore un altro modello o modulo (“Unificato Lav”). Tale nuovo modello contiene due riquadri aggiuntivi, che sono appositamente dedicati all’alloggio del lavoratore e alle spese eventuali di rimpatrio. In questo caso si parla anche di comunicazione obbligatoria modello UNILAV, quest’ultima deve essere fatta al Centro Provinciale per il lavoro oppure (in alternativa) all’INPS per il lavoro domestico.

A questo punto la domanda sorge spontanea: che senso ha comunicare due volte le medesime cose? Non serve a nulla, quindi, dopo un po’ di tempo di sperimentazione, il ministero ha deciso che il modello Q non è più necessario.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati