20 Marzo Mar 2017 1502 20 marzo 2017

Per quale tipo di versamento la causale è obbligatoria

  • ...

Ogni operazione di bonifico bancario, effettuata presso una qualsiasi banca italiana, prevede l’inserimento e la specificazione di una sorta di “motivazione” per la quale si richiede il bonifico e quindi un giustificativo di questo passaggio di denaro.

Obbligo della causale

La causale è oggi obbligatoria per tutti i pagamenti effettuati tramite bonifico da una banca italiana e per i prodotti finanziari diversi dal conto corrente, ugualmente utilizzabili per i pagamenti (carte di pagamento, ricaricabili o usa e getta, emesse sia dalle banche che da Poste Italiane).

Causale per le ristrutturazioni

Nel caso di lavori edilizi al fine di ottenere le relative detrazioni, la corretta causale è condizione per ottenere il beneficio fiscale. La dicitura è identica per qualsiasi tipo di operazione: “Bonifico lavori edilizi con detrazione art. 16-bis dpr 917-86

Pag. Fatt. N. __ del __ a favore di ____ p.iva ________

Beneficiario detrazione ___________ c.f. ____________”

Causale per restituzione prestito

Nel caso in cui una persona abbia effettuato un prestito di denaro a un altro soggetto e, in base agli accordi, la restituzione della somma non prevede anche la maturazione di interessi, la causale del bonifico deve specificare la natura “infruttifera” del prestito: “Restituzione prestito (infruttifero) ricevuto in data ________”

Causale per regalo genitore-figlio

Le donazioni tra parenti sono molto delicate perché spesso, se non viene dimostrato il trasferimento del denaro, con la corretta tracciabilità della somma, potrebbero sopraggiungere problemi di carattere fiscale. Come causale si può usare: “Regalo di papà per _________ (inserire evento come ad esempio laurea, compleanno, ecc.)”.

Per maggiori informazioni visitare il sito: http://www.laleggepertutti.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso