1 Ottobre Ott 2016 1116 01 ottobre 2016

Ammorbidente naturale e le ricette fai da te

  • ...
Il concetto di “bio” non è più una semplice moda. Sempre più persone, anche nel nostro paese, incentrano la propria quotidianità sull’uso di prodotti con scarso impatto sulla natura. Prodotti che fanno bene all’uomo ed all’ambiente che lo circonda.

Nella gran parte dei casi il concetto di biologico viene legato agli alimenti. In realtà lo spettro dei prodotti 100% naturali è sempre più vasto, comprendendo fibre, tessuti, materiali da costruzione, prodotti per il corpo, saponi, detergenti, ecc. ecc. Perché ad esempio non rinunciare all’utilizzo di prodotti chimici per rendere i capi morbidi e soffici? Molto spesso la forza dell’abitudine e la fiducia risposta nei marchi storici sono difficili da superare. Tuttavia è bene sapere che i rimedi naturali esistono, sono economici, efficaci e numerosi.

I prodotti in commercio. Il mercato ha compreso immediatamente la tendenza ‘bio’ diffusasi anche nei prodotti per l’igiene ed ha prontamente risposto creando appositi negozi e vere e proprie catene commerciali che hanno messo al bando i prodotti chimicamente aggressivi. In questi market, potrete rifornirvi di ammorbidenti assolutamente naturali e privi di impatti sull’ambiente, nelle più disparate aromatizzazioni e colorazioni, acquistandoli tanto in confezioni chiuse quanto erogandoli da appositi distributori automatici. Piccolo inconveniente, l’efficacia non è sempre garantita: dovrete pertanto sperimentare un po’, prima di trovare il prodotto più adatto alle vostre esigenze.

Fai da te. Se però siete propensi a fare da soli, magari sperimentando i consigli diffusi in rete, allora potete sbizzarrirvi ricorrendo a prodotti e metodi più o meno sicuri. Per una morbidezza naturale potrete ad esempio aggiungere al vostro bucato del bicarbonato di sodio, dell’aceto (consigliatissimo quello di mele per il suo odore delicato e fresco) o meglio ancora un flaconcino con acido citrico diluito in acqua (per un litro d’acqua sono sufficienti 150/200 ml di acido) ed aromatizzato con qualche goccia della profumazione da voi preferita. Questi tre prodotti non sono dei semplici ritrovati della nonna, ma dei rimedi chimicamente provati in quanto la loro composizione molecolare è in grado di attutire l’elettrostaticità dei tessuti, evitandone l’irrigidimento nel corso dei lavaggi in lavatrice. Altri espedienti, un po’meno efficaci, sono costituiti dall’utilizzo di palline da tennis o di carta stagnola.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso