21 Ottobre Ott 2016 1650 21 ottobre 2016

Piante grasse da piantare per un giardino esotico

  • ...

Coltivare un giardino ispirato al deserto, esotico e invidiato dal vicinato non è facile. Ma bastano alcuni consigli per un risultato perfetto

Le piante grasse sono molto particolari e la maggior parte di esse ha una funzione tipicamente ornamentale. Possiamo sfruttare questa caratteristica per comporre un giardino davvero perfetto, molto particolare e fuori dal comune.

Uno dei motivi che ci spinge a realizzare delle aiuole con le piante grasse è la semplicità ed il fatto che queste non hanno bisogno di particolari cure. Ovviamente però, come in altri contesti, c’è bisogno di un terreno adatto, la possibilità che il giardino sia sempre o per la maggior parte del tempo inondato dal sole ed anche in inverno assicurarsi che non ghiacci.

Quali piante scegliere

Le piante grasse vanno scelte non tanto per caratteristiche - che sono tutte molto simili - ma assecondando il proprio gusto estetico. Buone notizie, dunque, anche per coloro che non hanno un gran pollice verde: le piante grasse, come dicevamo, non necessitano di molta manutenzione, non fanno fiori che sporcano e non hanno foglie che cadono e per di più non devono essere potate e trapiantate. Inoltre non devono essere innaffiate periodicamente, quindi possiamo risparmiare sull’impianto di irrigazione.

Varietà di piante grasse

Alcuni prediligono il classico semprevivo ragnateloso, una tipologia di piante grasse che proviene dell'Europa, dell'America e dell'Asia. Sono le classiche rosette di foglie carnose che tanto sono utilizzate per rappresentare questa specie in generale. Altri optano per il Trichocereus bridgesii del Sud America, tra cactus a colonna davvero bellissimi.

Anche il cosiddetto “cactus dei mirtilli” proveniente dal Messico ha il fusto eretto ed è molto amato da coloro che hanno una serra o un giardino molto ampio e che si possono permettere questa varietà: da notare che in natura supera anche i tre metri.

Per andare sul sicuro in genere si opta per le azioacee provenienti dall’Asia o ancora, Sud America. La scelta ricade spesso su di esse perché difficilmente sono attaccate da agenti esterni e parassiti ed inoltre ci sono alcune varietà senza spine. Durano a lungo, sono longeve e grazie alle foglie, sono anche protette dal sole. Insomma, la scelta perfetta per un giardino esotico ed in buona salute.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso