22 Ottobre Ott 2016 2004 22 ottobre 2016

Deodoranti casa fai da te: come fare

  • ...

Vediamo insieme come realizzare dei deodoranti casa fai da te.

L'ambiente domestico è spesso soggetto ai cattivi odori: la cucina, il fumo e l'eventuale presenza di animali possono rendere l'aria 'viziata', specie se non si possono o non si vogliono aprire le finestre molto spesso. L'ideale in questo caso è utilizzare un deodorante con funzione purificatrice che lasci anche una profumazione gradevole una volta erogato.

In commercio esistono tantissimi tipi di deodoranti casa, dal più semplice e 'cheap' a quello più elaborato e costoso: ma se vogliamo fare economia possiamo provare a realizzarne uno ricorrendo al fai da te, ottenendo risultati soddisfacenti senza far piangere il portafoglio.

Deodoranti casa fai da te: il più semplice

Per ricreare il classico deo vapo per ambienti, dobbiamo munirci di:
  • Un flacone spray vuoto;
  • Due tazze d'acqua;
  • Due cucchiai di bicarbonato di sodio;
  • Olii essenziali nelle fragranze preferite.
Scaldiamo l'acqua senza però portarla ad ebollizione, e versiamola nel flacone aggiungendo il bicarbonato. Agitiamo bene, dopodiché uniamo un cucchiaio di olii essenziali. Se ci piace, possiamo anche mescolare due o più fragranze per creare un profumo personalizzato per la nostra abitazione. Il nostro deodorante casa fai da te è pronto ad essere vaporizzato e a rendere gli ambienti piacevolmente profumati.

Deodoranti casa fai da te: il pomander

Il pomander è un profuma ambienti 100% naturale e facile da realizzare, che nel periodo natalizio viene spesso appeso all'albero o viene utilizzato come elemento decorativo per la casa. Ecco di cosa abbiamo bisogno per crearne uno:
  • Un'arancia o un mandarino;
  • Chiodi di garofano;
  • Una stecca di cannella;
  • Un nastro.
Prendiamo l'agrume scelto e fissiamolo alla stecca di cannella avvolgendo entrambi nel nastro; poi andiamo a coprirne la superficie inserendo nella buccia i chiodi di garofano. Possiamo decidere di rivestirla tutta oppure solo alcune sezioni, e se siamo particolarmente creativi creare coi chiodi di garofano dei disegni molto suggestivi. Appendiamo il pomander per il nastro negli ambienti in cui desideriamo che diffonda il suo fantastico profumo.

Una volta essiccato, il pomander non va buttato via, perché si può utilizzare all'interno dei cassetti come profuma biancheria, ma per fare ciò bisogna attendere che sia completamente disidratato altrimenti potrebbe macchiare gli indumenti con cui entra in contatto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso