31 Dicembre Dic 2016 1425 31 dicembre 2016

Fac simile modello liberatoria

  • ...

Per utilizzare le immagini nelle mostre, concorsi, pubblicazioni, internet oppure in tutti quegli usi in cui le fotografie verrebbero rese pubbliche, per forza di cose è cosa fondamentale e inderogabile quella di farvi rilasciare, dai soggetti fotografati, un’apposita liberatoria. In altre parole: quest’ultima non è altro che un documento, redatto in duplice copia (l’originale resta al fotografo, la copia per la persona ritratta) in cui il soggetto immortalato autorizza esplicitamente il fotografo alla pubblicazione della propria immagine.

La materia esposta in precedenza è regolata dal d.lgs. 196/03 sulla privacy e dal Regio Decreto n. 633 del 22 aprile 1941 che regola la “Protezione del diritto d’autore e di altri diritti connessi al suo esercizio”.

Solitamente far firmare una liberatoria non è tanto difficile, se volete un semplice consiglio: dite chiaramente a quale uso sono destinate le fotografie scattate, promettendo di regalare, in cambio della liberatoria, un’immagine ingrandita di quelle che sono venute alla perfezione. Le possibili risposte del soggetto interessato sono in genere due: o un secco rifiuto (e in tale evenienza vi consigliamo di non insistere troppo) o una (spesso anche divertita ed entusiasta) accettazione.

Il fac-smile del modello liberatoria lo potete scaricare al seguente link: http://www.videocerimonie.it/liberatoria.htm.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso