7 Aprile Apr 2017 1144 07 aprile 2017

Pasqua cosa si mangia a Roma

  • ...

L’Italia è un paese davvero ricco di tradizioni tutte diverse da ragione e regione, non solo per ciò che riguarda gli usi e i costumi ma anche per quanto riguarda la cucina. Il Bel Paese ha davvero una tradizione culinaria di tutto rispetto, unica ed inconfondibile, che forse non ha eguali nel mondo. Ogni evento e ricorrenza porta con sé dei piatti tipici. Vediamo cosa si mangia nella capitale nel giorno di Pasqua e qual è il menù più ricorrente.

La colazione

Da secoli la Pasqua romana è legata ad una tradizione culinaria ben precisa, che trova la sua peculiarità nella famosa colazione pasquale alla romana. Nella città eterna, infatti, la mattina di Pasqua si prepara una fastosa e abbondante colazione, che propone ingredienti inconsueti per la classica colazione all’italiana mettendo da parte brioche e cappuccino e lasciando, invece, spazio a pietanze dolci e salate. Si varia dai salumi, come la tipica corallina; a torte salate; uova sode; pane casareccio caldo; pizza sbattuta, una sorta di pan di spagna che rappresenta la parte dolce della colazione da mangiare insieme alle uova di cioccolato; ed gli immancabili piatti tipici della cucina romana: frittata di carciofi e coratella d’agnello con i carciofi.

Il pranzo

Dopo una bella e abbondante colazione che apre, a Roma, la giornata della resurrezione del Signore, l’appuntamento culinario romano non è affatto terminato. Si continua, infatti, dopo una colazione da veri campioni, con il tradizionale pranzo pasquale perché la Pasqua è fatta anche di momenti conviviali che si svolgono a tavola.

Nelle tipiche trattorie romane è possibile deliziarsi con i tradizionali primi piatti della cucina della capitale: l’immancabile ed intramontabile cacio e pepe, oppure un gustoso piatto di pasta all’amatriciana o alla carbonara. Per secondo, invece, non mancheranno una grande varietà di torte salate, i carciofi e gli asparagi preparati in diverse soluzioni che accompagnano rigorosamente l’agnello, per i romani abbacchio, il piatto clou del pranzo di Pasqua a Roma. Ed infine gli immancabili dolci: colombe, uova di cioccolata e pastiere napoletane.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati