20 Novembre Nov 2016 1430 20 novembre 2016

Che cos’è il voto di scambio

  • ...

Bisogna sottolineare che il voto di scambio è una pratica diffusa tutt’oggi; in particolare nell’ambito stesso della politica si riferisce all’azione di un candidato. Quest’ultimo, in cambio di favori leciti oppure illeciti, promette ad un determinato elettore di ricambiare adeguatamente il voto da parte di questi con un tornaconto personale, o con una promessa dello stesso.

Il voto di scambio in politica

Spesso i partiti politici impegnati in uno scontro elettorale senza esclusione di colpi, cercano anche di fare uso del voto di scambio per ottenere voti che potrebbero rivelarsi decisivi per la conquista di un seggio oppure di una poltrona ambita. È bene ribadire che il voto di scambio si configura anche con il fenomeno del clientelismo; quest’ultimo è la pratica con cui dei personaggi influenti oppure politici decidono di instaurare un sistema di favoritismi e scambi di voto, e per l’appunto, del proprio nome segnato sulla scheda elettorale. Recentemente un governatore di una Regione è finito nella bufera per aver esortato molti sindaci a votare Sì al referendum costituzionale e questo in cambio della promessa di “fiumi di soldi” da parte del governo a favore di quella Regione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso